L’Arcivescovo di Taranto mons. Filippo Santoro fa chiarezza sulle gare per l’aggiudicazione dei simboli delle processioni della Madonna Addolorata e dei Misteri

confratelli carmine confratelli addolorata

 

di GABRIELLA RESSA

In un incontro con i priori delle confraternite dell’Addolorata, Antonio Liuzzi, e del Carmine, Antonello Papalia, con i rispettivi padri spirituali, monsignor Cosimo Quaranta e monsignor Marco Gerardo e con il vicario generale monsignor Alessandro Greco, mons. Filppo Santoro, Arcivescovo di Taranto,  ha deciso di anticipare le gare per l’aggiudicazione dei simboli delle processioni della Madonna Addolorata del Giovedì Santo e dei Misteri del Venerdì Santo al quarto sabato di Quaresima, che quest’anno cadrà il 16 marzo 2013.

L’Arcivescovo, confermando ai vertici delle confraternite stima e fiducia per l’operato svolto, e sottolineando la bellezza e l’importanza che i Riti della Settimana Santa rivestono per l’intera comunità tarantina, ha deciso di anticipare le gare al quarto sabato di Quaresima per “preservare il giorno delle Palme, giorno dell’ingresso di Gesù in Gerusalemme, domenica della Passione del Signore, giorno per eccellenza dedicato alla famiglia, da qualsiasi distrazione che possa turbare la sobrietà e l’inizio più intenso della Settimana Santa”. Un momento di chiarezza per le confraternite,  sempre trasparenti nella gestione del denaro e autrici, nel corso dell’anno, di eventi e devoluzioni di beneficenza spesso non rese note,  ma sempre presenti.

Il vescovo ha altresì disposto che, subito dopo Pasqua, tutte le confraternite della diocesi di Taranto che hanno la medesima consuetudine dell’aggiudicazione dei simboli, eleggano dei loro rappresentanti al fine di partecipare ad una commissione istituita allo scopo di riflettere su questa prassi.

È suo desiderio che siano rispettate al contempo le finalità del mantenimento e della conservazione dei Riti, le finalità caritative delle singole confraternite, che rimangono conclamate e meritevoli da anni, e che nello stesso tempo si rivedano le modalità, perché sia preservato il senso evangelico di un’espressione di fede, allontanando ogni forma riconducibile, ad un mero atto commerciale, pur salvaguardando il valore dell’offerta e del sacrificio.

Altra iniziativa molto cara a S. E. monsignor Filippo Santoro è che la commissione indichi, di anno in anno, un obiettivo sensibile e perseguibile di carità da realizzare con  parte dei proventi delle offerte per l’aggiudicazione dei simboli.

Il vicario generale, monsignor Alessandro Greco,  ha sottolineato la completa comunione ecclesiale ed il desiderio di continuare ad accrescere lo spirito evangelico delle  realtà confraternali.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...