Videro e credettero. La bellezza e la gioia di essere cristiani

videro e credettero

Di GABRIELLA RESSA

‘E stata all’interno del Palazzo Arcivescovile in contemporanea con la Settimana della Fede, ed ha spiegato, attraverso pannelli esplicativi divisi in 5 sezioni, la bellezza e la gioia di essere cristiani.

La mostra itinerante  “Videro e credettero. La bellezza di essere cristiani”, rappresenta un utile

Strumento di catechesi per arrivare a tutti.
«Desideriamo che questo Anno susciti in ogni credente l’aspirazione a confessare la fede in pienezza e con rinnovata convinzione, con fiducia e speranza» Questa frase di Benedetto XVI rende l’idea di una fede ritrovata saldamente in pienezza,  che guarda alle radici, e che invita alla riscoperta e alla testimonianza.

La mostra, ideata e prodotta da Itaca col patrocinio del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, del Progetto Culturale promosso dalla Chiesa italiana e dell’Ufficio Nazionale per le comunicazioni sociali della CEI, inizia con la raffigurazione degli Apostoli Pietro e Giovanni, e si sussegue con immagine e didascalie. La sensazione finale è quella di aver incontrato Cristo, morto e risorto.  La mostra rappresenta un percorso per tutti, particolarmente per coloro che,  allontanatisi  dalla fede, possono ritrovare la nostalgia di Dio attraverso la contemplazione della bellezza che parla di Lui.

A Taranto è stato possibile visitarla in gruppi, grazie alla disponibilità di guide. Molte le scolaresche che si sono recate in Episcopio, di tutte le età; fra queste abbiamo intervistato la Scuola Primaria Frascolla, plesso Lama Ciclamini; l’insegnante Giovanna Longo ha portato gli alunni della classe quarta.”Questo è l’anno della fede ed i bambini devono entrare in contatto diretto con le realtà della vita  che vivono quotidianamente, e con l’esperienza vissuta di  Dio. Ho voluto che i bambini facessero le loro esperienze per avvicinarsi sempre più a Cristo. Alla mostra sono arrivati attraverso un percorso di preparazione, fatto di piccoli passi, raccolta per iniziative di beneficenza, piccoli fioretti, piccoli sacrifici in un percorso quaresimale”.  Curiosi, desiderosi di capire il significato di messaggi così complessi, i bambini hanno vissuto una esperienza arricchente.

Il percorso della mostra, che da Taranto si è spostata a Foggia, è suddiviso in cinque sezioni:  il contesto in cui viviamo  – un mondo dopo Gesù senza Gesù ,  il desiderio di Dio, insopprimibile nel cuore dell’uomo, –  il fatto di Cristo, i discepoli lo riconoscono, e Gesù vivo e risorto, nostro contemporaneo. La mostra vuole portare il visitatore a immedesimarsi con gli occhi di Giovanni, Andrea, Pietro e di quanti hanno incontrato Gesù, sono stati con lui, lo hanno seguito, sorpresi ogni giorno di più da una umanità eccezionale, letteralmente dell’altro mondo. L’adesione amorosa a Gesù – quello che abbiamo di più caro – è il culmine della mostra.

Don Cosimo Damasi, Parroco della Regina Pacis di Lama, ha accompagnato i bambini. Ma come si insegna la fede ai bambini? “Attraverso la narrazione di una storia che ha cambiato la vita di tante persone, e che è costituita dal Vangelo, e attraverso l’offerta di un’amicizia e di una visione della vita secondo gli insegnamenti di Gesù, senza scadere nel moralismo, ma facendo incontrare questi bambini con Gesù e con le persone che sono loro attorno”. Cosa vuol dire Anno della Fede per loro? “Riscoprire il senso di paternità e di maternità, il senso della relazione, e quindi una fede  che diventa un legame d’amore con chi vuole loro bene, la famiglia. Si parte da lì”.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...