Feste di Sant’Antonio, un Festival per cominciare Da lunedì scorso tre appuntamento con la musica nella parrocchia di don Carmine che compie 70 anni di vita e li festeggia con una mostra

 

Locandina Festival SAntonio 2013

di LUCA FUSCO

Conto alla rovescia cominciato alla Sant’Antonio di Taranto. Quella di quest’anno sarà una festa speciale per la comunità guidata da don Carmine Agresta. Ricorrono infatti i settanta anni di vita della parrocchia. Una storia che si intreccia con quella della città, ma anche personale di ogni parrocchiano. Ed è per questo che in occasione del 13 giugno, Festa di S. Antonio da Padova, verrà allestita una mostra iconografica che racconterà questi 70 anni vissuti dalla chiesa e dalla sua gente. Il materiale è stato raccolto, con una vera e propria opera condotta porta a porta, tra quello che ciascuno conserva nei propri ricordi di famiglia: vecchie foto della Chiesa, cripta, Istituto, iniziative, circolari e libretti e tutto ciò con la chiesa sullo sfondo o in tema con essa.

Al centro dei festeggiamenti ovviamente il programma religioso che anche quest’anno sarà ricco, comincia in questi giorni la “Tredicina” al Santo e troverà il suo culmine nella consueta processione del simulacro di Sanmt’Antonio da Padova per le vie della città nei pressi della chiesa.

Tra i festeggiamenti civili ad accompagnare l’attesa verso il 13 giugno, dopo il grande successo dell’anno scorso, si è voluto riproporre anche quest’anno una serie di concerti organistici nella chiesa che ospita uno degli strumenti più belli e più grandi della nostra provincia: l’organo infatti, costruito dalla ditta “Fratelli Ruffatti” nel 1960, con i suoi 50 registri reali distribuiti su tre tastiere e pedaliera radiale concava permette l’esecuzione di un vasto e diversissimo repertorio. “La potenza dello strumento è la parte fondamentale attorno a cui ruota il Festival. Un organo che non tutte le chiese si possono permettere” dice il M° Francesco Bongiorno, direttore artistico della manifestazione che ha aperto i battenti lunedì scorso con il concerto della giovane Illary Castoro. “Il primo concerto – continua Bongiorno – ha visto una giovane allieva esibirsi: una risorsa pugliese che si sta perfezionando al conservatorio. Poi lunedì prossimo ci sarà una personalità mondiale, il  M° francese Frederic Ledroit che ultimamente ha proposto dei brani a livello mondiale come organista e compositore e poi a chiudere il festival, il 10 giugno, una direttrice d’orchestra anche lei affermata in tutto il mondo che si è perfezionata a Salisburgo: il M° Elena Sartori”. L’ingresso, per i prossimi lunedì, resta gratuito con inizio esibizioni alle 20.30. “C’è un filo conduttore che accomuna i tre concerti – conclude il M° Bongiorno –  che riguarda alcuni brani che verranno eseguiti da tutti e tre i maestri ma con “variazioni” diverse. Fulcro dei tre concerti sarà la tradizione romantica francese del compositore e organista belga César Auguste-Jean-Guillaume-Hubert Franck”.

Ma non è tutto perché i ragazzi della parrocchia hanno anche approntato l’intrattenimento per la serata di festeggiamenti del 13 giugno, come ogni anno, dopo la messa e la processione. Si chiama “Tre giochi per vincere” e partirà dalle ore 21 in via Criscuolo.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...