“L’abbraccio della speranza”. Il Magistero itinerante di mons. Santoro in un libro

Mons. Santoro l'abbraccio della speranza

Di GABRIELLA RESSA

E’ stato presentato nel Palazzo Arcivescovile “l’abbraccio della speranza”, la raccolta del Magistero itinerante dell’Arcivescovo di Taranto mons. Filippo Santoro.

La presentazione, coordinata da Don Emanuele Ferro, direttore di Nuovo Dialogo e portavoce dell’Arcivescovo, ha visto susseguirsi gli interventi di Piero Massafra, editore del libro con la Scorpione, Mons. Alessandro Greco, Vicario generale e Vittorio De Marco, curatore del libro. Il libro ripercorre negli otto capitoli che lo caratterizzano le esperienze pastorali, le emergenze vissute e condivise, i segnali di speranza, l’invito alla testimonianza della fede e alla partecipazione dei cristiani per risolvere difficoltà vecchie e nuove. Mons. Santoro esorta tutti a contribuire al superamento di contrapposte visioni per risolvere i problemi di Taranto, evitando una guerra fra poveri e fornendo atteggiamenti costruttivi di tutti gli strati della società. “Il Signore non ci chiede di scegliere tra lavoro e ambiente, ma ci dona l’intelligenza e la  creatività per difendere il lavoro e custodire l’ambiente e la vita. La contrapposizione di questi valori, l’obbligo a scegliere l’uno anziché l’altro, sono frutto di una dinamica perversa che sbarra la via al futuro di Taranto”. La pubblicazione  non è  del vescovo, ma di una Chiesa tutta che si comunica. “Questo libro costituisce la testimonianza di un incontro, di un amore a prima vista e di una missione che non avevo scelto e che mi è stata data, e che però si è trasformata in un abbraccio continuo, quanto più grandi erano le difficoltà più sentivo il compito di dare speranza, secondo una tradizione antica dei vescovi tarantini”. L’abbraccio rimanda alla comunione. “E all’armonia dei poteri per risolvere i problemi di Taranto. E’ il momento di lavorare insieme per offrire una speranza sempre più fondata nella fede, nella cultura e nella capacità di ripresa del nostro popolo”.

Piero Massafra ha proposto una costante della città che si ripropone nei secoli,  la città  interpretata e  segnata  dalle figure dei vescovi, quei pochi che hanno segnato la storia di Taranto, sia nei secoli passati che in una storia più recente, guardando ad esempio a  mons. Bernardi o a mons. Motolese. Mons. Santoro, racconta,  entra in città venendo dal mare, e a pochi mesi dal suo ingresso arrivano i grandi problemi legati al rapporto della grande industria con la città e alla sua responsabilità in tema di inquinamento ambientale e danni alla salute dei cittadini.  L’arcivescovo  condivide tutti i momenti con i concittadini, sia quelli più lieti che quelli difficili,   perché il ruolo della Chiesa, afferma,  è “ tenere all’uomo nella sua dignità di figlio di Dio, e in questo contesto, al suo diritto al lavoro, che lo qualifica come persona a alla difesa della vita in tutte le sue manifestazioni, alla salvaguardia della sua salute  e dell’ambiente”.

Mons. Greco ha sottolineato come “Magistero e Ministero siano due aspetti di quello che il vescovo è e di quello che il vescovo compie, egli insegna ed opera attraverso una modalità ordinaria. Ma insegna anche Gesù, Cristo, la verità e i principi della dottrina cristiana,  non in maniera vaga, ma calati nella realtà e ripresi dalla realtà stessa”. Il Magistero di mons. Santoro  è caratterizzato dal servizio alla comunità e da un taglio culturale che si cala nella realtà.

Il prof. Vittorio De Marco, curatore del libro, ha messo in risalto come il Magistero sociale di mons. Santoro,  meridionale, che ha vissuto in un altro mezzogiorno geografico del mondo, si innesti in un solco vivo di molti vescovi meridionali sensibili ai problemi del  sud.

La serata è stata allietata dal coro di Comunione e Liberazione, diretto da Massimo Sabbatucci. Al termine l’arcivescovo  ha distribuito il libro ai presenti, arricchendolo di una dedica personale scritta di suo pugno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...