Fito Remediation. Il progetto sperimentale di bonifica per terreni contaminati

di GABRIELLA RESSA

Si può fare qualcosa per il territorio e per il bene comune se si ha volontà. Questo lo spirito del meeting  “In campo per il futuro: osare le virtù” che il LIONS Taranto Host, guidato dalla dott.ssa Marida Spartera, ha realizzato. Nel corso dell’incontro  è stato presentato  un progetto sperimentale di bonifica,che prevede l’utilizzo della tecnica di fito remediation, relativo ad un terreno in zona Cimino Manganecchia, concesso dalla Marina Militare in comodato gratuito al Centro Educativo Murialdo, tale progetto vede  la partecipazione di quattro Enti – Università degli Studi di Bari – sede di Taranto, Politecnico di Bari – sede di Taranto, ARPA e CNR.  Il Polo Tecnologico Scientifico  circa un anno fa ha sottoscritto un protocollo di intesa con l’ arcivescovo mons. Santoro e con il Centro Educativo Murialdo su una serie di attività sperimentali, che riguardano l’utilizzo del compost e dei pioppi per la rimozione degli inquinanti.

Marida Spartera spiega l’importante sperimentazione, che vede unite in rete  Taranto, Papigno in provincia di Terni e Nuova Delhi in India.  “Vogliamo  spronare i tarantini e dimostrare che ci sono delle realtà positive poco conosciute nella realtà di Taranto e che si può fare molto, sia per l’occupazione giovanile che per l’ambiente, basta osare. Tutti noi siamo responsabili perché il Creato ci è stato affidato e quindi non possiamo estraniarci”.

Tutto è nato nel momento in cui il CEM ha dovuto cercare una nuova sede per le sue attività. E’ stata scelta una costruzione in zona Cimino Manganecchia, che è stata ripulita. Un giorno Padre Nicola Preziuso, presidente del Centro Educativo Murialdo Fondazione Onlus, si è rivolto all’ARPA per conoscere lo stato di salute del terreno. Quando è arrivata la notizia dell’inquinamento, dopo un momento di smarrimento, ha deciso di far qualcosa. “Non abbiamo voluto lavarci le mani del problema, ed abbiamo pensato che avremmo dovuto trovare delle alternative. E’ stato avviato questo progetto, esempio splendido di concertazione, siamo complici di una città che vuole rinascere. In quanto Chiesa noi non siamo chiamati a sostituirci alle Istituzioni, ma a compiere azioni profetiche, come questa”.

L’intervento, che è già in fase di sperimentazione, è stato spiegato dal  professor Vito Uricchio – responsabile per le Tecnologie Ambientali del Dipartimento  Terra e Ambiente del CNR. In un primo momento  si è  verificato, attraverso tecnologie innovative,  se esisteva una contaminazione. Il sensore CASI, di nuova generazione, che utilizza 280 bande,  riconosce attraverso l’elaborazione delle immagini la firma spettrale di determinati inquinanti.  “Sono venute fuori contaminazioni di vario tipo da PCB e  metalli pesanti e così abbiamo pensato di sperimentare una bonifica a basso costo”.  Poi si è passati alla seconda fase della sperimentazione, che utilizza le  comunità microbiche ed il fito rimedio. Sono stati piantati dei pioppi ad aprile del 2013, oggi alberi di 3 metri; succede che gli  alberi rimuovono la contaminazione e degradano completamente i PCB presenti grazie alla combinazione della radice con il mondo microbico. I risultati che la sperimentazione sta ottenendo sono così incoraggianti che si può ritenere che nel giro di tre – quattro anni la contaminazione possa essere rimossa completamente.

Il progetto, che ha costi molto bassi –  per piantare un ettaro di pioppi si spende infatti meno di mille euro, potrebbe essere riportato all’interno del SIN, ed in particolare ai  terreni  del quartiere Tamburi sui quali i bambini non possono più giocare.

La serata ha visto anche la relazione di Angela Gentile – responsabile Progetto Educativo del CEM sulla storia del Murialdo e sulle attività educative mirate in particolare all’avvio al lavoro dei ragazzi del quartiere Tamburi e dei carcerati. L’obiettivo è contrastare il fenomeno della disoccupazione giovanile, accompagnando passo dopo passo giovani e adulti che per vari motivi non sono inseriti nel mondo del lavoro.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...