la Madonna di Loreto a Taranto: una grazia

Madonna di Loreto

di GABRIELLA RESSA

L’arcivescovo mons. Filippo Santoro ha accolto domenica scorsa la Madonna di Loreto, patrona dell’Aeronautica Militare, giunta a Taranto presso la parrocchia dello Spirito Santo. “La città di Taranto ha accolto colei che nella Santa casa di Loreto è il segno della vicinanza di Dio – ha detto mons. Santoro – è una grazie avere la Madonna qui, colei che ha ricevuto l’annuncio dall’angelo”. Accompagnata dai Cavalieri del Santo Sepolcro, da 160 bambini vestiti da angeli (le tre mura della casa nella quale avvenne il concepimento di Maria furono trasportate, secondo la tradizione, da angeli), dalla Fanfara dell’Arma, dalle autorità civili e militari, ella è stata festeggiata da tantissime persone. La Chiesa, che è molto capiente, non ce l’ha fatta a raccogliere i tanti fedeli che hanno voluto essere presenti, tanto da dover trasmettere in streaming, nel vicino auditorium, le immagini della S.Messa. Fede e commozione hanno caratterizzato la cerimonia, nel corso della quale mons. Santoro ha affidato a Maria   le preghiere, le speranze, le sofferenze del territorio. “Che questo possa essere un anno di speranza e di rinascita per la nostra città, per la nostra Puglia e per la nostra Italia. Chiediamo alla Madonna che questa attesa trovi una risposta vera da parte delle autorità e delle Istituzioni,  che ci siano unità e pacificazione e che sia data una risposta concreta alle sofferenze e ai bisogni del popolo”.

Alla Madonna mons. Santoro ha rivolto non solo la promessa di rinnovare  la fede, ma anche la carità, con l’apertura del centro di accoglienza notturno per i senza fissa dimora.  “Quanto più uno è povero e semplice tanto più deve essere trattato bene. Poniamo anche questo nostro cammino nella mani della Madonna, chiediamo a Maria la grazia che risponda alle nostre domande, che ci dia la fede e poi la carità, e che ci faccia missionari di Gesù, affinché la nostra diocesi sia come vuole papa Francesco, in uscita, che si pieghi sulle ferite del mondo”.

Molti i momenti di preghiera organizzati dal parroco don Martino Mastrovito, coadiuvato da don Giuseppe Marino e dal consiglio pastorale; alle 7.30 l’Angelus e il Santo Rosario, alle 16.30 la preghiera dei ragazzi del catechismo, alle 19.00 l’Adorazione o la Catechesi, alle 21.30 la recita del Rosario animato dai giovani con la fiaccolata. Alle 8 e alle 18 la Santa Messa. E proprio domenica sera tutta la comunità ha vissuto un momento speciale, la prima Messa di don Alessandro Renò, dello Spirito Santo, da due anni e mezzo  in Equador, che è stato ordinato presbitero a gennaio con don Irwin e don Josè Louis. Una festa della vocazione, che è stata seguita nel corso degli anni da mons. Marcello Acquaviva, presente domenica, e che ha trovato espressione in un paese lontanissimo e  molto diverso da Taranto. Povertà, necessità di evangelizzazione, di formazione e di speranza. “Per me è stato un regalo ritrovare tanti amici ma soprattutto la Madonna, segno di questo ulteriore amore di Dio per me attraverso la sua mamma”.

Nel corso della settima si avvicendano, nella celebrazione della S.Messa, mons. Alessandro Greco, Vicario Generale, mons. Benigno Luigi Papa, arcivescovo emerito, padre Ermes Ronchi e mons. Giovanni Tonucci, prelato del Santuario di Loreto.

“Siamo contenti – afferma don Martino Mastrovito – dopo il grande pellegrinaggio di Loreto abbiamo voluto continuare il percorso di riflessione sul “si“ di Maria che il nostro Arcivescovo ha posto alla nostra attenzione tra i  nuovi orientamenti pastorali.”

Lunedì 3 febbraio il simulacro della Madonna ha visitato la SVTAM e lì don Mastrovito ha celebrato la S.Messa. Mercoledì mattina è all’ospedale SS.Annunziata, sabato 8 alla Casa Circondariale di Taranto.

La  Madonna, che attende le preghiere, le speranze, i desideri e le richieste di aiuto della popolazione tarantina, guarda amorevolmente tutti coloro che cercano la sua comprensione, il suo aiuto, la sua pietà, il suo amore. Visitiamola e rendiamole omaggio. Con fede, umiltà ed amore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...