Non giochiamoci i minori. lo SLOT MOB a Taranto

festa slot 4

di MARIA SILVESTERINI

na festa di colori. Una festa di gente e di giovani. Un tavolo da ping pong, un calcio balilla, due chitarre e tanta voglia di divertirsi. Questo è stato lo SLOT MOB che i giovani dell’Accademia di economia civile del Centro di cultura ‘Lazzati’ si sono inventati per dire no al gioco d’azzardo. Erano in tanti domenica mattina fra via D’Aquino e via De Cesare dove lo storico Bar Principe ha fatto da capofila nel dire no alle slot machine nel proprio locale. Un coinvolgimento accattivante verso tipi di gioco semplici che nulla hanno a che fare con le macchine mangia soldi che ha creato un momento di festa partecipata nell’ora del passeggio domenicale. Tante le associazioni coinvolte dai ragazzi di accadeconomia@gmail.com da ‘Libera’ storica associazione contro le mafie, a Economia di Comunione, all’UCID, alla ASL di Taranto presente con le due responsabili del Dipartimento Dipendenze Patologiche Vincenza Ariano e Margherita Taddeo. Decine di associazioni si sono lasciate coinvolgere e hanno dato una mano per rendere l’appuntamento una vera festa. Presenze istituzionali come lo stand di Croce Rossa e presenze di chi vuole esserci perché ci crede come Officine Tarantine, e i bambini delle scuole elementari con i loro cartelloni.

Lo slogan “Insieme a te NOn SLOTto più” è stato premiato da centinaia di persone e con esso anche quegli esercizi commerciali che, nonostante le difficoltà economiche, fanno la difficile scelta di rifiutare la presenza di slot machines. Fra la tanta gente comune abbiamo visto anche l’assessore comunale Vincenzo Baio e il consigliere regionale Alfredo Cervellera.

Il gioco è una piaga sociale su cui molti, troppi, guadagnano somme spudorate, lo Stato purtroppo è uno dei fruitori attraverso le tasse che consentono un gettito non da poco. Ma il gioco d’azzardo è immorale, e non basta dire ‘che fa male’ come per il fumo su una scatola di sigarette. Lo sanno le famiglie dei giocatori che sono andate in rovina materialmente e moralmente.

Non giochiamoci iminori, non giochiamoci il futuro. Questo l’appello di centinaia di persone che oggi hanno partecipato allo SLOT MOB  dei giovani dell’Accademia di Economia Civile del Centro di cultura Lazzati.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...