Summer school di Economia civile. La V edizione dell’evento formativo dal 23 al 27 luglio 20114

summer schhol 2013 1

di MARIA SILVESTRINI

L’Economia Civile, alla base delle Summer school, supera il filantropismo compassionevole o anche la consapevole solidarietà, e lavora per un nuovo modello di sviluppo economico improntato su relazioni nuove e finalizzato all’aumento del ben-essere della società. Il metodo parte dalla capacità di accrescere le relazioni interpersonali, lo spirito cooperativo, la fiducia reciproca, ricreando quell’humus necessario perché società ed istituzioni rimettano al centro dei loro programmi di sviluppo la persona.

Giunta alla sua quinta edizione la Summer school dell’Accademia mediterranea di Economia civile di Taranto è stata l’apripista di una serie di esperienze similari che si vanno estendendo a macchia d’olio dalla Sicilia (Avola), al Trentino Il radicamento di queste scuole ha una duplice matrice: da un lato è frutto di una domanda crescente di un nuovo modello di sviluppo dei territori e dall’altro dal concreto porsi come un paradigma nuovo possibile di riferimento della stessa economia. Anche la Conferenza episcopale italiana ha mostrato un vivo interesse per la diffusione dell’Economia civile sul territorio, riconoscendone il radicamento nella Dottrina Sociale della Chiesa mentre cerca di coniugare in chiave moderna l’approccio dell’umanesimo civile italiano. La Summer school coinvolge una cinquantina di giovani ogni anno in un percorso formativo che potrebbe rappresentare un prosieguo ideale del progetto “Policoro” già avviato da anni dalla CEI nel Mezzogiorno d’Italia.

Presentata in conferenza stampa alla Cittadella delle imprese, la V edizione della Summer School di Economia civile, si svolgerà nella quiete di Casa San Paolo a Martina Franca, dal 23 al 27 luglio prossimi. Si parlerà di “Ri-generare: Istituzioni, Beni Comuni, Lavoro”sotto la direzione scientifica del Prof. Luigino Bruni dell’Università LUMSA di Roma e Istituto Universitario Sophia di Loppiano. La Lectio magistralis di apertura della Scuola estiva di quest’anno sarà tenuta dal Prof. Stefano Zamagni: “Ri-generare le Istituzioni. Il contributo dell’Economia Civile all’innovazione istituzionale”, tema che sarà ripreso da altri docenti e arricchito da testimonianze di imprenditori “civili” e da esperienze professionali.

Possono partecipare al corso giovani dai 18 ai 30 anni che vogliono affrontare la sfida di affrontare i temi del lavoro e della produzione con un approccio relazionale ed innovativo che sia contemporaneamente momento di crescita per il singolo e per la collettività. Il corso è sostenuto da borse di studio raccolte fra gli Enti promotori:Centro di Cultura “G. Lazzati” dell’Università Cattolica – Taranto; Economia di Comunione; UCID Puglia – Unione Cristiana Imprenditori e Dirigenti; Camera di Commercio di Taranto – Comitato per l’imprenditorialità sociale e FISBA-FAT Fondazione. Le domande dovranno pervenire entro il 20 giugno prossimo all’indirizzo e-mail: info@amectaranto.it .I colloqui di ammissione si svolgeranno fra l’ultima settimana di Giugno ed i primi giorni di Luglio 2014, nelle sedi che saranno rese note al candidato a mezzo e-mail.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...