Sognando Itaca. La barca a vela dell’AIL arriva a Taranto

logo AIL

In occasione della “Giornata Nazionale” contro le leucemie, che ricorre il 21 giugno, l’AIL organizza uno speciale viaggio in barca a vela: skipper professionisti, pazienti in fase riabilitativa, medici, infermieri e psicologi, navigano insieme con l’obiettivo di diffondere presso le Ematologie italiane il “Progetto Itaca,” la vela terapia quale metodo terapeutico volto alla riabilitazione psicologica e al miglioramento della qualità della vita dei malati ematologici.

Quest’anno la “straordinaria” barca a vela dell’AIL sta percorrendo il mar Adriatico, partita da Trieste l’8 giugno, arriverà a Taranto il 20 giugno dove si terrà la conferenza stampa di chiusura dell’iniziativa.

Alla conferenza stampa parteciperanno l’Ammiraglio di Squadra Ermenegildo Ugazzi, il direttore dell’Ospedale Militare Salvatore Mendicini, il sindaco di Taranto Ippazio Stefano, la consigliera regionale Anna Rita lemma, il presidente dell’AIL di Taranto Paola D’Andria, di Bari Giuseppina Belli D’Elia e di Verona Daniel Lovato, il direttore della ASL Taranto Fabrizio Scattaglia, il direttore del reparto di Ematologia Patrizio mazza e il direttore sanitario cure domiciliari AIL Taranto Roberto Brundisini.

In ogni porto si svolge, l’Itaca Day, una giornata durante la quale i pazienti dei diversi Centri di Ematologia, accompagnati dai medici e dagli infermieri, hanno la possibilità di imbarcarsi per vivere l’esperienza a bordo della durata di circa tre ore. Inoltre, in ogni porto volontari AIL, in collaborazione con gli yacht club locali, accolgono le autorità, la stampa e gli ospiti della veleggiata pomeridiana.

Ideato da un giovane paziente amante della vela, il “Progetto Itaca” nasce nel 2007 da una collaborazione tra l’Oncologia Medica e l’Ematologia degli Spedali Civili di Brescia, la Sezione AIL di Brescia, la Fraglia Vela di Desenzano ed il Circolo Vela Gargnano. Dal 2009 il progetto ha raggiunto il mare ed è diventato l’iniziativa principale della “Giornata Nazionale contro le Leucemie i linfomi e il mieloma”, perché interpreta con forza l’attenzione che l’Associazione ha verso il malato ed il suo percorso di sofferenza.

Il progetto si è rivelato un’occasione di crescita non solo per i pazienti, ma anche per l’equipe curante; in barca infatti è emerso un fondamentale bisogno di relazionarsi e di confrontarsi con l’altro per farsi aiutare, per non perdere la “rotta”, per raggiungere insieme il porto e per condividere, in un clima di complicità, le emozioni e le fatiche del percorso.

82 sezioni AIL coinvolte nella diffusione dell’iniziativa, 10 tappe, circa 150 persone tra pazienti ed accompagnatori, 14 giorni di mare e solidarietà, 10 marinai volontari che navigano alternandosi nel percorso, oltre 500 persone a salutare la barca dalla banchina: tutto questo è “Sognando Itaca”, un viaggio di condivisione e di gioia in cui navigare insieme significa mettere da parte il dolore e coltivare la speranza della guarigione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...