Il dolore non va in vacanza. Fabio Salvatore porta la sua testimonianza di fede al Moscati

COPERTINA - FRANCESCO

Dopo gli incontri agli ospedali “Giovanni Paolo II” di Bari ed al “Miulli” di Acquaviva delle Fonti, lo scrittore Fabio Salvatore porta la sua testimonianza di speranza e di fede ai malati dell’oncologico “Moscati” di Taranto mercoledì 30 luglio alle ore 12. Assieme all’autore ci saranno il priore della Confraternita Maria Santissima Addolorata e San Domenico di Taranto l’ing. Raffaele Vecchi, il Padre spirituale Mons. Cosimo Quaranta, il Rappresentante del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio Jonico geom. Maurizio Calì ed il primario di oncologia dell’ospedale “Moscati” di Taranto dott. Salvatore Pisconti.

In questo incontro – nell’ambito del progetto #ildolorenonvainvacanza, nato per dare un messaggio di speranza e vicinanza a chi soffre in un periodo di grande fatica fisica e interiore come quello estivo – Fabio Salvatore donerà ai pazienti il suo ultimo libro Il tuo nome è Francesco.

Essere vicini a chi soffre, significa essere vicini a noi stessi ed accendere i riflettori su malattie che, come il cancro, anche d’estate colpiscono ben oltre quattro milioni di italiani. Il dolore non è solo di chi lo vive, ma anche soprattutto di chi ci circonda: è con questo spirito che il Magna Grecia Awards, insieme alla Venerabile Confraternita Maria Santissima Addolorata e San Domenico di Taranto, lancia questo grido d’amore.

SS Maria Addolorata Taranto

Fabio Salvatore ha perso il padre in un incidente stradale nel 2008. A distanza di sei anni ecco un libro intimo e spirituale, la narrazione del cammino ad Assisi ma soprattutto dentro se stesso, nella fatica e nella gioia del perdono. Il tuo nome è Francesco è la voce di un figlio che non ha ancora avuto giustizia dallo stato italiano, che rischia di vedere il processo per la morte di suo padre andare in prescrizione. Un caso di malagiustizia che Fabio affronta tuttora con forza, con uno spirito cattolico improntato al perdono dei colpevoli ma non all’oblio della perdita subita. Un tema di grande attualità in un momento in cui il reato di omicidio stradale è argomento di discussione estremamente rilevante. È dal 2011 che si parla dell’introduzione del nuovo possibile reato, ma in tre anni non si sono fatti passi avanti.

Queste pagine sono uno scrigno prezioso a cui attingere perle di speranza e di conforto. Il racconto del pellegrinaggio spirituale compiuto da Fabio Salvatore sulle tracce di Francesco d’Assisi è un viaggio dell’anima, un’avventura che lo porta a perdonare i responsabili – ancora impuniti – dell’incidente stradale in cui ha perso la vita il padre, vivendo sulla propria carne quella misericordia che è stata la parola d’ordine dell’esordio del pontificato di papa Francesco.

Fabio Salvatore, scrittore e regista, inizia la sua carriera artistica in teatro. Formato e diretto da grandi maestri – Enzo Garinei, Walter Manfrè, Corrado Veneziano, Giorgio Albertazzi – ha interpretato ruoli in importanti produzioni teatrali, televisive e cinematografiche.

Fondatore del Magna Grecia Awards, ha diretto spot sociali e numerose opere teatrali. Ha scritto Cancro, non mi fai paura (2008), La paura non esiste (2010), Ti cerco da sempre (2010). Ha scelto la scrittura come terapia alla sua sofferenza e per essere testimone vivo di una fede che sposta le montagne. Per Piemme ha pubblicato con successo il volume A braccia aperte fra le nuvole (2012).

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...