Parole di vita. La testimonianza di Matteo Marzotto

matteo marzotto

di GABRIELLA RESSA

“Parole di vita” continua ad emozionare con le sue testimonianze di vita esemplari. Il secondo relatore del ciclo voluto dalla Confraternita Maria SS.Addolorata e San Domenico è stato Matteo Marzotto, che, arrivato appositamente a Taranto per parlare nell’ambito dei festeggiamenti per la “Festa Grande” della Madonna Addolorata,  ha salutato i presenti e, con umiltà, ha parlato di sé. Imprenditore e manager italiano, uomo di successo, ha conosciuto il mondo industriale  del tessile sin da piccolo: “L’azienda è faticosa – afferma – soprattutto quando senti sulle spalle la responsabilità dei lavoratori”. Nel corso della sua relazione però non ha avuto remore a raccontare come ad un certo punto abbia sentito il bisogno di andare oltre, e di capire che la sofferenza che ha conosciuto nella sua vita è stato un mezzo che lo ha portato a Dio. Ha visitato Lourdes, Medjugorie, i luoghi di incontro con Maria, ed ha conosciuto la comunità di Chiara Amirante. Ne fa parte in modo attivo, e vive l’appartenenza alla comunità con la formazione – la ha definita essenziale (la Chiesa sottolinea il pericolo derivante dall’ analfabetismo religioso e dalla povertà intellettuale) che si deve unire alla missione, all’incontro con il fratello sofferente per comunicare che la salvezza esiste, è Dio. In un mondo nel quale si è ritrovato spesso solo, la famiglia è numerosissima e gli amici veri sono molto pochi, Marzotto ha trovato nei membri della Comunità fondata da Chiara Amirante dei fratelli. Presente in sala uno di questi, Fabio Salvatore, che ha conosciuto nel corso di una testimonianza ad opera della Comunità a Sassuolo. Persone con cui condivide l’amore per Cristo, dubbi, incertezze, difficoltà “sto imparando a perdonare” – afferma, parlando dei torti subiti, dei quali non è entrato nel merito del discorso. Nel corso della relazione ha parlato del suo impegno a favore della fibrosi cistica, malattia che gli ha portato via la sorella Annalisa, alla quale era legatissimo e alla quale dedica il suo impegno mirato alla raccolta di fondi per la ricerca. Nella sala di palazzo Pantaleo, in prima fila, sono presenti gli amici di Taranto che si adoperano per la Fondazione, della quale Marzotto è vicepresidente. La Fondazione, costituita nel 1997, è l’unica realtà italiana che promuove e finanzia progetti di ricerca destinati allo studio di nuove cure. Presenti il priore e l’assistente spirituale della Confraternita – Raffaele Vecchi e mons. Cosimo Quaranta, l’assessore allo sport e politiche giovanili Francesco Cosa. Matteo Marzotto è uomo di fede, e ogni giorno porta la sua testimonianza sul posto di lavoro, accettando i momenti di insicurezza, i dubbi, ma consapevole dell’ amore di Dio, della sua misericordia, della sua guida. Un uomo ricco, che però al centro mette l’uomo. “Amo i soldi nella misura in cui i soldi sono lo strumento per realizzare cose, senza mai dimenticare che il benessere di tutti moltiplica il benessere del singolo”. Per le persone presenti, una lezione di vita, uno stimolo ad andare oltre le apparenze, a cercare i valori, la spiritualità, l’essenza della vita.

Annunci

One thought on “Parole di vita. La testimonianza di Matteo Marzotto

  1. Pingback: Matteo Marzotto: Il viaggio a Medjugorje e l’incontro con Chiara gli hanno cambiato la vita – Medjugorje-Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...