Presentata a Palazzo Pantaleo La Stagione teatrale di prosa 2014-2015 del Comune di Taranto

Teatro pubblico pugliese

La stagione teatrale di prosa 2014-2015 del Comune di Taranto organizzata dal Teatro Pubblico Pugliese avrà inizio, giovedì 27 novembre, con Tullio Solenghi in Amaedeus pièce teatrale di Peter Shaffer con la regia di Alberto Giusta. Alla presentazione, tenutasi a palazzo Pantaleo, hanno partecipato Cisberto Zaccheo, assessore alla cultura del comune di Taranto, Giovanni Guarino, attore e responsabile del Crest, Carmelo Grassi e Giulia Delli Santi, rispettivamente presidente del Teatro pubblico pugliese e dirigente delle attività teatrali e capo progetti FESR teatro e Carlo Patella responsabile ufficio cultura del Comune.

“E’ dal 1997 – ha dichiarato Grassi – che il Teatro pubblico aiuta l’amministrazione comunale proponendo ai cittadini una stagione interessante. Lavoriamo con impegno  per promuovere il teatro e formare il pubblico, quest’ultima è la missione che il Ministero e la Regione ci assegnano e per la quale erogano dei contributi. La rassegna che proponiamo è stata curata con attenzione, non ci sono solo nomi di spicco, ma spettacoli di alto livello per attirare tutte la fasce di pubblico. Abbiamo previsto anche una rassegna Teatro Ragazzi che si terrà al Tatà. Frequentando il teatro i ragazzi imparano a decifrare il linguaggio teatrale sia attraverso le parole e i movimenti sia attraverso la scena. Sono coinvolti  bambini e ragazzi dai 3 ai 13 anni  e ci auguriamo che il lavoro che svolgiamo oggi porti i suoi frutti”.

“Il Crest – ha spiegato Guarino – continua il percorso di genesi con il pubblico e utilizza lo strumento del teatro come momento altamente educativo, perché il teatro unisce, informa, fa discutere, fa pensare e diverte. Far assistere i bambini ad uno spettacolo teatrale può servire a decontaminarli da quello che è il loro rapporto con gli strumenti informatici. Quest’anno, a margine della stagione teatrale, proporremo per loro undici spettacoli fra cui  due produzioni del Crest. La prima è Sposa sirena, una bellissima storia ambientata nella Taranto del ‘700 e che Italo Calvino ripropose in Fiabe italiane. L’altra è La bottega dei giocattoli, in cui la regista Sandra Novellino ha attivato il linguaggio della musica e della danza”. Sei spettacoli saranno rappresentati al teatro Orfeo e tre al Tatà. Il 18 e 19 dicembre Marco Baliani e Maria Maglietta saranno al Tatà con Identità. Il 13 e il 14 gennaio il Teatro stabile di Napoli e quello di Genova porteranno sul palcoscenico dell’Orfeo Il Sindaco del rione Sanità di Edoardo De Filippo. Il 30 e il 31 gennaio il Centro teatrale bresciano proporrà al pubblico del Tatà Svenimento con Elena Bucci, Gaetano Colella e Marco Sgrosso. Il 4 e il 5 febbraio Luca De Filippo sarà all’Orfeo in Sogno di una notte di mezza sbornia, così come Pierfranco Favino in Servo per due sarà il 24 e il 25 febbraio. Mentre il 2 e 3 marzo sarà la volta di Antonio Albanese con Personaggi. Circus Klezmer è la proposta di un gruppo di folli clown e comici tra tradizione e innovazione, in scena il 26 e 27 marzo all’Orfeo. Il Tatà ospiterà il 17 e 18 aprile l’ultimo spettacolo della stagione, La società-tre atti di umana commedia, scritto e diretto da Lino Musella e Paolo Mazzarelli.

Per raggiungere il Tatà saranno ripristinate le corse notturne degli autobus. La campagna abbonamenti partirà il 23 ottobre con prevendita presso l’ufficio di  informazione e accoglienza turistica sito nella Galleria comunale del Castello aragonese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...