Un Corso di Lingua Araba partirà nel 2015 nella sede dell’ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Taranto

Una professione medica sempre più al servizio della persona e mezzo privilegiato di dialogo interculturale. Si inserisce in quest’ottica la nuova iniziativa organizzata dall’ Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Taranto in favore dei propri iscritti e del territorio jonico. Si tratta di un “Corso di Lingua e Cultura Araba” che partirà nella seconda metà del prossimo mese di gennaio nella sede dell’Ordine, di Taranto. L’offerta formativa è a cura dell’ordine tarantino, rappresentato dal presidente Cosimo Nume, dall’associazione “Paolo Zayd Costruttori di Pace”, rappresentata dal dottor Michele Damiano e dall’Imam Saifeddine Maaroufi.
«Accogliendo una sollecitazione del collega Michele Damiano, che sin d’ora ringraziamo per la preziosa collaborazione, l’Ordine dei Medici di Taranto – ha affermato il dottor Nume – sta lavorando alla realizzazione di un “Corso di Lingua e Cultura Araba”, al fine di fornire strumenti basilari di conoscenza a quanti, operatori sanitari e sociali, si trovano nella nostra città a spendere la propria professionalità, con ammirevole abnegazione, a profughi e rifugiati provenienti da Africa e Medio Oriente. Un’iniziativa culturale, dunque, ma soprattutto un modo per dimostrare nel concreto il nostro impegno sul fronte della solidarietà e dell’accoglienza».
Il presidente ha spiegato che il corso si terrà nella sede dell’Ordine, con frequenza prevedibilmente quindicinale (di sabato mattina), con un insegnante di madre lingua, e sarà, per problemi di capienza della struttura, limitato a non più di 45 partecipanti, almeno 30 dei quali medici e odontoiatri. In caso di un numero eccedente di iscrizioni, saranno privilegiati i colleghi con minore anzianità di laurea e, a parità, di minore età anagrafica, mentre per le altre categorie si procederà a stabilire i criteri di iscrizione. Il corso non darà diritto a crediti ECM e sarà richiesta una minima quota di partecipazione per sostenere le spese del docente.
«I corsi – ha aggiunto il dottor Damiano – saranno tenuti dall’Imam di Lecce Saifeddine Maaroufi, che è anche un medico fortemente impegnato nella promozione del dialogo interculturale. L’idea di questo corso è nata dalla constatazione che i profughi, giunti nei mesi scorsi, sulle nostre coste parlavano al 90 per cento la lingua araba. Di qui, la necessità di attrezzarsi per preparare i nostri medici, soprattutto quelli più giovani, ad affrontare e gestire al meglio questa nuova sfida lanciata alla professione».
Il dottor Damiano ha ringraziato, infine, l’Ordine dei Medici per la disponibilità mostrata nel mettere a disposizione la sede ed il personale in un giorno non lavorativo, profondendo così un grande sforzo per una nobile causa.
Grazie all’Ordine dei Medici e all’associazione “Paolo Zaid Costruttori di Pace” Taranto torna ad essere, nel cuore del Mediterraneo, crocevia di lingue e culture, luogo di incontro e di dialogo tra i popoli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...