Concerto al buio con il quartetto d’archi “Alfa & Omega” a Massafra. Organizza il Leo Club

“Ma gli occhi sono ciechi. Bisogna cercare con il cuore”; le parole di Antoine de Saint Exupèry rappresentano il leit motiv che ha spinto il Leo club ad organizzare il “Concerto al buio” venerdì 27 febbraio presso il Teatro Comunale “Nicola Resta” di Massafra, ingresso ore 19,30, sipario ore 20,00.
Il concerto al buio, novità assoluta nel sud Italia, sarà un’esperienza unica in cui lo spettatore vivrà emozioni suggestive perché reso “cieco” da luci fioche e bende sugli occhi.
Con questo evento il Leo Club vuol porre la lente d’ingrandimento sul tema della disabilità non come svantaggio o un mero problema di integrazione sociale ma come nuovo “punto di partenza” dal quale è possibile costruire grandi successi ed anche raggiungere il gradino più alto del podio. In questo discorso ben s’inserisce il linguaggio universale della musica proprio perché, come ogni forma d’arte, non utilizza i canali convenzionali della comunicazione.
Una “immedesimazione al contrario” in cui lo spettatore vivrà l’esperienza della cecità, comprendendone le difficoltà, ed allo stesso tempo vivrà la musica in una nuova dimensione, dove l’uso comune dei sensi verrà completamente stravolto: si perderanno gli abituali punti di riferimento, si esploreranno nuove emozioni e si riscoprirà l’ascolto puro ed originale della musica.

Per tanto Mariacristina Giovinazzi, socia del Leo Club Massafra-Mottola “Le Cripte” nonché violinista, ha stilato il programma della serata scegliendo brani che riconducono a storie di uomini e donne che non si sono arresi di fronte alle difficoltà oggettive poste in essere dalla loro disabilità. La serata vedrà l’alternarsi del Quartetto d’Archi “Alfa & Omega” costituito da Nancy Barnaba violino I, Mariacristina Giovinazzi violino II, Carmine Fanigliulo viola, Giuditta Giovinazzi violoncello e di altre due socie del Leo Club: Gaia Costantini al pianoforte ed Erika Grillo voce recitante che darà vita alle emozioni dei personaggi.
Così facendo brani noti di autori come Bach, Beethoven, Chopin, Schumann, Piazzolla, Mozart ed altri assumeranno nuove forme, nuovi aspetti ma soprattutto nuove vibrazioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...