Gli “Ori di Umberto Mastroianni” in mostra al MarTa

Ippogrifo

di SILVANA GIULIANO

Il MarTa ospiterà, fino al 15 ottobre, la mostra gli “Ori di Umberto Mastroianni”, 44 opere fra gioielli e sculture in miniatura affiancano la preziosa collezione di gioielli innovativi per la loro varietà e prodotti, fra il IV e II secolo.C., dagli orafi tarantini con le tecniche della cesellatura, della godronatura, della martellatura e della filigrana. Mastroianni è stato lo scultore dei grandi monumenti in bronzo, ma questo non gli impedì, tra gli anni cinquanta e novanta, di realizzare con la tecnica della fusione a cera persa bracciali, anelli, orecchini, pendenti, spille, lastre, fibbie, qualche volta con brillanti e smeraldi incastonati. La mostra è stata inaugurata venerdì 19 giugno 2015 da Antonietta Dell’Aglio direttrice del MarTa, alla presenza del Segretario regionale MiBACT per la Puglia Eugenia Vantaggiato, del Soprintendente Archeologo della Puglia Luigi La Rocca, del curatore Marco Di Capua, di Lorenzo Zichichi e di Paola Molinengo Costa, presidente della Sezione Autentiche e Catalogazione del Centro Studi dell’Opera di Umberto Mastroianni. “Con questa mostra – ha dichiarato il soprintendente La Rocca – continuiamo il dialogo del MarTa con l’arte contemporanea: un percorso sperimentato con successo da diversi anni e consolidato lo scorso anno con la mostra Giacomo Manzù e le sue donne. Il nostro obiettivo è quello di ampliare l’offerta culturale sperimentando forme di contaminazione fra antico e moderno per offrire nuove emozioni ai visitatori. Con gli ori di Mastroianni speriamo di attirare un pubblico più vasto. Nell’ambito del programma Open days, promosso e finanziato dalla Regione, ha anticipato La Rocca – sono previsti nella sale del MarTa una serie di eventi tra la fine di luglio e agosto con recital di attori famosi come Isabella Ferrari, Giancarlo Giannini e Michele Placido”. Paola Molinengo Costa ha precisato che l’organizzazione ha voluto esporre, nella sala d’ingresso del Museo, una maschera femminile, raffigurata anche sul catalogo della mostra, ad indicare che Mastroianni aveva iniziato il suo percorso con il figurativo. Inoltre, la maschera del 1939 ha il ciondolo in oro colorato del 1974 dedicato a Palma Bucarelli nota storica dell’arte. Giulio Carlo Argan paragonava il lavoro di Mastroianni a un ordigno che “non si degrada ma si sublima e sale alle stelle nel preciso momento in cui salta” “Gli ori – ha aggiunto la Dell’Aglio – attirano sempre e il pubblico che visiterà il MarTa potrà mettere a confronto gioielli così diversi fra loro, per epoca e fattura.
La mostra è organizzata da Il Cigno GG Edizioni di Roma, la casa editrice specializzata in pubblicazioni scientifiche e libri d’arte nonché nella promozione di arte contemporanea, in collaborazione con Il Centro Studi dell’Opera di Umberto Mastroianni e Nova Apulia. Gli Ori di Mastroianni rimarranno in mostra fino al 15 ottobre 2015; dal il Museo rimarrà aperto ad orario continuato fino alle ore 24. Nel corso di queste aperture saranno effettuate visite guidate gratuite.
Biglietto intero 8,00 euro; ridotto 4,00 euro. Gratuità come da normativa.
Sono previsti sconti per famiglie, studenti universitari, insegnanti di ruolo. È possibile usufruire di un servizio di vendita online dei biglietti con gli stessi prezzi e le previste maggiorazioni di prenotazione (informazioni al numero 0994538639)

Nella foto Ippogrifo 1991 scultura in bronzo dorata

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...