“2016” Anno Paisielliano Taranto è pronta al grande evento

Paisiellodi SILVANA GIULIANO

Ricorre quest’anno il bicentenario della morte del celebre compositore tarantino Giovanni Paisiello. La città lo celebrerà con numerosi eventi artistici, culturali e musicali. Le manifestazioni si svolgeranno non solo nella città natale, ma anche a Napoli, Milano e San Pietroburgo. Il programma è stato presentato sabato 9 gennaio nella Sala degli Specchi di Palazzo di Città dall’Assessore alla Cultura, prof. Mino Ianne, dal Presidente del Comitato per il progetto Taranto 2016 anno paisielliano, avv. Vincenzo Gigante e dal prof. Domenico Rana, presidente dell’Istituto musicale intitolato all’illustre compositore e vice presidente del neo comitato. Gli organizzatori si avvalgono anche del comitato Artistico- Scientifico composto  da Paolo Ruta, dal Maestro Lorenzo Fico (Presidente) e dai Maestri Lorenzo Maffei e Piero Romano. Oltre che celebrare il famoso concittadino, il Comitato si pone  come obiettivo la statalizzazione dell’Istituto Superiore di studi musicali Giovanni Paisiello, che conta oltre cinquecento iscritti provenienti anche dalla Basilicata e dalla Calabria.
“Le manifestazioni – ha dichiarato Ianne – si svolgeranno nell’arco di dieci mesi e Taranto dedicherà tutte le sue energie per cogliere questa occasione di rivitalizzazione culturale e di rilancio della città e di tutto il territorio improntato sulla figura di questo grande personaggio della musica e della cultura. Taranto è inserita in un progetto di respiro nazionale e internazionale, pertanto l’amministrazione comunale, che ha già dato il suo formale patrocinio, si impegnerà al massimo per non perdere questa importante occasione” Il Comitato di Taranto ha anche aderito al Comitato Nazionale di Napoli, presieduto dal Maestro Riccardo Muti. Inoltre, la cantante Mietta ha accettato di essere la madrina di tutte le manifestazioni che si svolgeranno a Taranto.
Nel corso della conferenza, Gigante ha elencato le prestigiose collaborazioni con la Scala di Milano, il San Carlo di Napoli, il Festival della Valle d’Itria, le Forze Armate, il MarTa e i Lion club. Il Presidente ha aggiunto che tutti i cittadini potranno collaborare per arricchire il programma delle manifestazioni (attualmente sono previsti 36 eventi) in onore di Giovanni Paisiello. Un’ intensa collaborazione è iniziata già con Napoli, la città dove Paisiello compì gli studi ed esercitò per lungo tempo la sua attività.
Domenico Rana ha sottolineato che l’illustre personaggio non ha una casa, ma due. Purtroppo quella natale, nei pressi della chiesa sant’ Andrea degli Armeni, è in abbandono. La seconda, quella nuova in via Duomo, è l’ex convento di san Michele, e fa ancora vivere il musicista proiettandolo nel futuro, grazie anche all’impegno dei docenti e degli studenti. “Mi sono impegnato – ha aggiunto – affinché inizi il restauro del secondo piano dell’edificio, per il quale sono stati destinati duecentomila euro.”
Il programma completo della manifestazione sarà a breve consultabile sul sito: http://www.comitatopaisielliano2016taranto.it/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...