Presentata al Liceo Aristosseno l’iniziativa “Giovani in Volo”

Gabriella 1di SILVANA GIULIANO

“Giovani in Volo” è il progetto realizzato dal C.S.V. di Taranto e rivolto agli studenti degli Istituti superiori di Taranto e provincia con l’obiettivo di promuovere il volontariato e la cultura della solidarietà nelle scuole e far loro conoscere le associazioni impegnate, nei diversi settori, a risolvere alcuni dei problemi dei cittadini. In questi giorni le Associazioni che hanno aderito hanno incontrato gli studenti della varie Scuole. Fra queste, il Liceo Aristosseno. All’incontro con gli studenti, svoltosi nell’Aula Magna, hanno partecipato Lucia Parente, vice presidente del CSV, Francesco Spagnolo dell’Anta di Sava (Associazione nazionale tutela animali), Deborah Cinquepalmi dell’ABIO (associazione per il bambino in ospedale), la dott.ssa Rosanna Pisani dell’Enpa (Ente nazionale protezione animali), Miki Torsella de Il Ponte, e Gabriella Ressa dell’associazione Amic.A. amici dell’Addolorata.
“Sono dieci anni che lavoriamo in questo settore – ha precisato il referente dell’Aristosseno prof. Massimo D’Elia – al progetto possono partecipare soprattutto i ragazzi del triennio e per i minorenni c’è bisogno del consenso dei genitori. Ora raccogliamo le adesioni, mentre ad ottobre i volontari saranno inseriti nelle associazioni da loro prescelte”.
Francesco Spagnuolo, presidente, dell’ANTA ha illustrato le finalità dell’associazione, volta a combattere il randagismo e il maltrattamento degli animali, ma anche all’istruzione di cani guida per malati psichiatriti, tetraplegici, minori a rischio e altri. Deborah Cinquepalmi ha spiegato che l’ABIO è presente nei reparti di Pediatria ed Ortopedia dell’Ospedale S.S. Annunziata, e grazie all’impegno dei volontari si occupa di accogliere e seguire i piccoli ricoverati intrattenendoli con giochi e sostenendoli dal momento del ricovero fino a quello della dimissione. L’Associazione ha in programma di istituire la culla degli esposti.
L’ENPA – come spiegato dalla dott.ssa Pisani – non si occupa soltanto dell’abbandono degli animali, ma anche della pet terapy che consiste nell’assistenza all’uomo con il cane. L’associazione Amic.A. si occupa soprattutto delle famiglie di Taranto vecchia. “Ogni famiglia – ha spiegato la Ressa – viene seguita sempre dalle stesse volontarie. Seguiamo i loro bisogni, partendo dalla sussistenza e quindi dalle necessità di vita più elementari, per arrivare ad un ascolto più ampio dei bisogni”.
I volontari dell’associazione “Il Ponte” sono impegnati soprattutto con i minori, consapevoli che il futuro della società debba partire dai giovani. Per contrastare la dispersione scolastica organizzano da anni corsi di recupero per i minori provenienti da famiglie disagiate e segnalate dai Servizi Sociali del Comune di Taranto e dalle scuole del Borgo. Da alcuni anni l’Associazione ha esteso la propria attività, occupandosi anche dei detenuti della Casa Circondariale di Taranto, attraverso l’organizzazione di corsi di formazione, momenti di socializzazione, nonché attraverso la fornitura di beni di prima necessità ad uso personale. “Ragazzi in volo – ha sottolineato Lucia Parente – è un’iniziativa che riscuote successo fra i giovani. Entrando nelle scuole, notiamo l’interesse che i ragazzi hanno in tutte le attività di volontariato”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...