Il “Premio Mysterium Festival” all’Ammiraglio Francesco Ricci

ConcertoConsegna Premio Mysterium Festival

di SILVANA GIULIANO

Nella serata della Santa Pasqua, in una affollatissima cattedrale di san Cataldo, si è conclusa la III edizione del Mysterium Festival 2016. Sono intervenuti: S.E. monsignor Filippo Santoro, il prof. Mino Ianne, assessore comunale alla cultura, il parroco di san Cataldo mons. Emanuele Ferro, Piero Romano, direttore artistico dell’ICO “Magna Grecia” e Donato Fusillo, presidente del comitato organizzatore del Mysterium Festival.
L’orchestra, diretta dal M° Luciano Acocella, ha eseguito in apertura l’Allegretto il terzo movimento della settima sinfonia di Ludwig van Beethoven in la maggiore. È stata poi la volta del “Magnificat” di John Rutter con il Chorus (Lucania & Apulia) e la voce solista del soprano Lorena Zaccaria.
Come ha spiegato il M° Piero Romano, la lettura della partitura del “Magnificat” da parte di Luciano Acocella è riuscita a valorizzare l’orchestrazione policroma di questa opera giocata su ritmi briosi e differenziandosi dai canoni tradizionali delle composizioni sacre.
Completato dall’inglese John Rutter nel 1990, il “Magnificat” è un’opera in sette movimenti tratta dall’omonimo cantico biblico in latino, intervallato da passi dell’antico poema mariano inglese “Of a Rose”; l’opera è ispirata non tanto alla tradizione di questa composizione, caratterizzata da un pathos drammatico, quanto piuttosto ai canti mariani dei paesi latini, come il Messico e il Porto Rico, e alle loro atmosfere gioiose e festose.
Dopo il Concerto di Pasqua si è tenuta la cerimonia di premiazione della seconda edizione del “Premio Mysterium Festival”, un riconoscimento dedicato a personalità del mondo culturale e imprenditoriale che gratuitamente e con spirito di solidarietà, si sono impegnate a favore della città. Quest’anno il Comitato organizzatore ha assegnato il premio (che consiste in una pergamena e in un’opera realizzata dall’artista Giulio De Mitri) all’ammiraglio Francesco Ricci.
Ricci nel ricevere il riconoscimento ha dichiarato: “credo che questo premio sia un riconoscimento non solo per me, ma per tutti coloro che al mio fianco hanno contribuito alla valorizzazione del Castello aragonese di Taranto. Attualmente, sono 26 militari e 6 civili, ed è grazie a loro che siamo riusciti ad ottenere i risultati che sono sotto gli occhi di tutti: il restauro del 75% del castello, il ritrovamento di reperti archeologici che abbracciano un arco temporale di circa 3000 anni, l’apertura al pubblico con centinaia di migliaia di visitatori che vengono accompagnati alla scoperta del Castello dai nostri sottoufficiali”. La serata si è conclusa – come da programma – con il videomapping 3D proiettato sulla facciata della Cattedrale di Taranto, suscitando lo stupore del pubblico. La spettacolare proiezione è stata realizzata dall’artista Tommy Todisco che si è avvalso delle immagini della iconografia sacra e dei Riti della Settimana Santa tarantina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...