Mi si è incantato il disco musica e teatro con gli Strimpellando Muoio

strimpellando-muoio

 Gli Strimpellando muoio, gruppo che dal 2006 realizza spettacoli di Teatro/Canzone con l’intento e l’impegno di richiamare l’ attenzione sulle tematiche dell’esclusione, dell’emarginazione , della sopraffazione, affidando alla musica, al canto, al gioco del teatro, la metafora che libera dalle miserie, dall’ignoranza, dalle ingiustizie, propone al territorio un percorso di ricerca musicale, che consta di tre incontri..
Lo spettacolo “Mi si è incantato il disco” , il secondo di questo ciclo, si terrà domenica 18 dicembre 2016 alle ore 19.00 presso il Palavinelli, in via Pirenesi, 10 , a Talsano.

Con ironia e leggerezza, raccontando storie bizzarre e malinconiche , accompagnandole con le musiche che tutti conoscono, il gruppo racconterà la musica che caratterizzava gli anni del boom economico, quelli degli anni 50 e 60 per intenderci, venuti dopo la guerra, la fame, la distruzione.
Sul palco Adriano Calzolaro- voce narrante, Domenico Carbotti- chitarre, Sergio Toraldo-basso elettrico, Gianfranco Galetta- batteria, Francesca Galetta- flauto traverso e Francesco Greco: piano e tastiere.

Fra la seconda metà degli anni ’50 e la prima degli anni ’60 in Italia è boom !!! Anche per la canzone italiana. Ancora oggi ascoltare quelle canzoni induce l’euforia e la nostalgia di una tanto decantata rinascita economica e culturale. Euforia e nostalgia per negare : tristezza, paura, miseria, solitudine. Da più di 50 anni, il disco sembra incantato sempre sulle stesse canzoni, che oggi, come allora, continuano a farci “credere” di essere felici.
Gli Strimpellando Muoio continuano la loro ricerca nell’ambito del teatro canzone che già con il primo inconrto “Serata a 78 giri “ li aveva visti delineare uno stile molto particolare . Scelta un’ epoca , che per il primo spettacolo sono stati gli anni ‘30 e ’40 , mentre per questo secondo sono gli anni a cavallo fra i ’50 e i ’60 , il gruppo sceglie canzoni famose, creando le atmosfere giuste per la narrazione di storie che raccontano quell’epoca stessa, attraverso i sogni e le amarezze, le bugie e le rabbie, le euforie e i dispiaceri, gli eventi che hanno segnato la Storia e l’anonima solitudine in cui spesso si consumano, in ogni epoca, le vite della povera gente.
In “ Mi si è incantato il disco…” si ascolteranno brani celeberrimi come “ Nel blu dipinto di blu”, “Brigitte Bardot” “Guarda che luna” “ Guarda come dondolo”…
La drammaturgia è tutta concentrata su tre elementi fondanti : la musica suonata dal vivo , la parola che racconta e l’oggetto che simbolizza e allude , oggetto teatrale , come il fantoccio, la maschera , il dettaglio di costume . 

Una serata che unisce la bella musica all’istrionica recitazione dell’attore Adriano Calzolaro, capace di raccordarsi perfettamente con gli altri componenti del gruppo con grande esperienza. Il risultato è una serata piacevole, leggera, frizzante, spensierata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...