Tutto esaurito all’Orfeo per “Fiore Selvaggio” il film di Anna Fougez

fougez

calabrese

di SILVANA GIULIANO

Fiore selvaggio è il film muto che Anna Fougez, artista tarantina, girò nel 1921. La Fougez cominciò a calcare i palcoscenici recitando all’età di otto anni e raggiunse il successo fra il 1919 ed il 1925. Una Diva superpagata, riusciva infatti a guadagnare in una serata 1500 lire. Gli Italiani, negli anni trenta, sognavano di guadagnare mille lire al mese. Nel 1940, allo scoppio della Seconda guerra mondiale, abbandonò le scene e si ritirò a Santa Marinella, in provincia di Roma, dove morì nel 1966. Il film è stato proiettato in prima nazionale lunedì 19 dicembre al teatro Orfeo dopo l’attento restauro a cura della Cineteca nazionale, con il contributo di Apulia film commission e in convenzione con l’associazione La Bottega delle idee di Taranto, promotrice del progetto Irresistibile Fougez. L’unica copia al mondo di Fiore selvaggio (un pò malandata) è stata ritrovata presso la Cineteca Nazionale di Roma ed è stata considerata una delle cento pellicole del cinema muto d’importanza storica da salvare. La serata è stata presentata da Luigi Calabrese, presidente dell’associazione “La bottega delle idee” e da Adriano Calzolaro, voce nota, e non solo, di Radio Cittadella. Il film racconta la storia d’amore del musicista Ugo Pottman e di Anna, una pastorella dall’aspetto e dai modi selvaggi. Un amore travolgente, a volte contrastato, fatto di delusioni e anche di tradimenti. Anna, infatti, diventata una donna affascinante e raffinata lascia Ugo per Otto Wrangel, un avventuriero che si finge barone. Il finale è tragico, perché Anna tornerà da Ugo, ma morirà, seppure perdonata, fra le sue braccia. A commentare il film in musica il M° Antonio Coppola, che ha eseguito al pianoforte musiche da lui composte in diretta. In sala anche il soprano Tiziana Spagnoletta, nelle vesti di Anna Fougez che si è presentata al pubblico affermando: “Sono nata a Taranto il 9 luglio del 1894 al n.4 di vico Innocentini”. Accompagnata al pianoforte dal M° Dante Roberto, ha cantato Vipera, Abat Jour, Fiocca la neve, Shimmy delle lucciole, Il fox-trot delle piume, stupendo e incantando letteralmente il pubblico. La proiezione rientra nel progetto “Irresistibile Fougez”, elaborato dall’associazione “La Bottega delle idee” che comprende altri due omaggi alla grande artista tarantina. Il secondo è la pubblicazione del volume Irresistibile Fougez – Biografia di una diva (Editrice Scorpione), un libro ricco di trecento immagini, tra fotografie, articoli di giornale, locandine e manifesti, ed infine a marzo la mostra con tutto il materiale che l’associazione ha recuperato presso la Biblioteca della SIAE, la Cineteca, l’Istituto Luce il Museo del Cinema di Torino, che dovrebbe tenersi nella Galleria del Castello Aragonese. Una grande operazione culturale per Taranto. L’evento è stato realizzato in partnership con la Regione Puglia, il Comune di Taranto, La Cineteca Nazionale, Apulia Film Commission, l’Agenzia di Sviluppo Terra Jonica e Programma Sviluppo. Ha inoltre il patrocinio della Provincia di Taranto, del Teatro Pubblico Pugliese, della SIAE e di RAI Teche.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...