A Taranto studenti a scuola di terzo settore

classe-vb-con-martello-e-prof-garibaldi

C’è tanto entusiasmo nelle studentesse della classe V B del Liceo delle Scienze Umane “Vittorino da Feltre”, tutte diciottenni, o quasi, una classe con un’unica presenza maschile.
Sono gli studenti che stanno partecipando a “Il Terzo Settore e le cooperative sociali”, un progetto triennale di alternanza scuola-lavoro che vede operare insieme il Liceo delle Scienze Umane “Vittorino da Feltre” e Confcooperative Taranto.
L’iniziativa è stata illustrata oggi dalla Professoressa Alessandra Larizza, Dirigente del “Vittorino da Feltre”, da Carlo Martello Presidente di Confcooperative Taranto, e dalla Professoressa Francesca Garibaldi, docente e tutor per questa attività.
«Abbiamo avuto un primo incontro presso la sede della Confcooperative – racconta Francesca – nel corso del quale ci hanno prima spiegato come funziona il Terzo settore in generale, per poi illustrarci la differenza tra una cooperativa sociale e un’associazione di volontariato. È stata un’esperienza molto formativa perché ci ha fatto entrare in contatto con un mondo a noi sconosciuto, importante soprattutto per noi studenti che viviamo ancora in una realtà “protetta” come la scuola: un conto è sentire parlare di certe cose al telegiornale o sul web, in fondo è un contatto virtuale, un conto è conoscerle direttamente dal vivo».
Antonella spiega invece che «abbiamo già visitato la Scuola Materna “SS Medici di Taranto”, gestita da una cooperativa sociale, dove abbiamo toccato con mano l’attività educativa e pedagogica a favore dei bambini; poi sono venuti a trovarci a scuola i volontari dell’Associazione “Mister Sorriso” che, con un simpatico naso rosso e camici variopinti, ci hanno raccontato la loro esperienza di clownterapia negli ospedali, mentre ora ci accingiamo a visitare la cantina sociale “Consorzio Produttori Vini” di Manduria. St tratta di esperienze molto diverse che ci stanno dando un quadro completo del mondo del lavoro e del Terzo settore».

I progetti dell’alternanza scuola-lavoro sono strumenti che consentono agli studenti, dai 15 ai 18 anni, di poter avere un primo approccio al mondo del lavoro, in particolare attraverso specifiche esperienze didattiche realizzate in ambiti lavorativi privati, pubblici o del Terzo settore.
La collaborazione con le imprese e con le loro associazioni di rappresentanza è particolarmente utile ai giovani non solo per implementare le conoscenze di base, ma anche e soprattutto per acquisire specifiche competenze utili per inserirsi al meglio nel mercato del lavoro, migliorando il grado di consapevolezza con il quale i giovani affronteranno le scelte future.

Fortemente convinta di tutto ciò è la Professoressa Alessandra Larizza, dirigente scolastica del Liceo Vittorino da Feltre, che all’inizio del corrente anno scolastico ha stipulato una convenzione di durata triennale con la Confcooperative di Taranto; l’intesa è finalizzata a co-progettare e realizzare congiuntamente percorsi di alternanza scuola-lavoro, in particolare mediante l’impegno della Professoressa Francesca Garibaldi, tutor dell’istituto scolastico, e di Carlo Martello, Presidente della Confcooperative Taranto.
A tal riguardo occorre ricordare che la Confcooperative Taranto è stata antesignana della collaborazione con il mondo della scuola: risale al 1995, infatti, il primo protocollo d’intesa con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, intesa recentemente rinnovata.

Il progetto di alternanza Scuola-Lavoro “Il Terzo Settore e le cooperative sociali”, realizzato su iniziativa del Liceo Vittorino da Feltre in collaborazione con la Confcooperative di Taranto, coinvolge venticinque alunni della Classe 5B e si articola in una fase teorica di venti ore presso l’Istituto scolastico e una di quaranta ore di formazione pratica.
Collegando la formazione in aula con l’esperienza pratica, questa iniziativa rappresenta una metodologia didattica che permette di attuare modalità di apprendimento flessibili ed equivalenti sotto il profilo culturale.
La tipologia di esperienza utilizzata, infatti, è quella della formazione orientativa: gli studenti svolgono un’attività di osservazione in affiancamento ai tutor esterni; il lavoro svolto viene costantemente documentato anche attraverso la compilazione di un “diario di bordo” e di apposite griglie di osservazione.
Le attività così realizzate permetteranno agli studenti di sviluppare competenze trasversali coerenti con il processo formativo di ognuno di loro.

Questo è uno dei progetti di alternanza scuola lavoro compresi nel variegato piano di offerta formativa del Liceo delle Scienze Umane “Vittorino da Feltre” che, da anni, si riconosce come una comunità in cui gli alunni, grazie a un’offerta formativa ampia e a strategie pedagogiche aperte, sono soggetti attivi di un processo educativo teso alla realizzazione di persone consapevoli di sé, autonome nei giudizi e nelle scelte, pronte a confrontarsi con la complessità della società contemporanea.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...