Approvazione legge per Taranto Le dichiarazioni di Emiliano e Liviano

La legge regionale speciale per Taranto muove i suoi primi passi concreti. La Giunta regionale, infatti, nella seduta di martedì pomeriggio, ha approvato lo schema di disegno di legge “indirizzi per lo sviluppo e la coesione economica del territorio a Taranto”.
Si tratta di un passaggio importante propedeutico alla fase successiva, quella della redazione del Piano strategico strumento indispensabile per dare gambe al ddl la cui tappa successiva sarà il passaggio nell’aula del Consiglio regionale per la definitiva approvazione.
La legge regionale speciale per Taranto è stata fortemente voluta dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, da sempre attento alle dinamiche socio-economiche del capoluogo ionico e alle problematiche ambientali in cui si dibatte la città, che, con delibera di giunta n. 1270 del 04/08/2016, ha conferito l’incarico di coordinatore del tavolo tecnico al consigliere regionale Gianni Liviano.
“Con questa legge – ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano – stiamo mettendo a disposizione degli attori economici e sociali del capoluogo ionico uno strumento per utilizzare al meglio tutte le fonti di finanziamento utili per farla risollevare. Nel nostro programma c’è un’attenzione particolare per la città, e questa legge va in questa direzione, sapendo che i tarantini che da sempre servono lo Stato mettendo a disposizione intelligenze e territorio, sapranno farne buon uso”.
“E’ un’ulteriore tassello che si aggiunge ad un piu’ complesso puzzle che stiamo cercando di completare per rilanciare Taranto valorizzandone peculiarità e potenzialità” è il primo commento del consigliere Liviano. “Del resto, – aggiunge Liviano – lo stesso Emiliano con la legge speciale per Taranto ha l’obiettivo strategico di consentire alla nostra città di riappropriarsi, come lui stesso ha detto in piu’ di un’occasione, dello spirito identitario del territorio e cancellare, così, il marchio Ilva per riconvertire l’economia tarantina partendo proprio dalle infrastrutture. Con la legge su Taranto – conclude Liviano – diventiamo il primo laboratorio di sperimentazione della legge sulla Partecipazione appena approvata dalla giunta regionale. Un ulteriore stimolo, questo, a lavorare con più intensità per la nostra città”. Ed è stato un lavoro che nell’arco di sette mesi ha visto il consigliere Liviano incontrare, in sinergia con gli altri consiglieri regionali espressione dell’area ionica, gli attori economici e sociali del territorio, esperti di Piani strategici, associazioni culturali e turistiche con lo scopo di condividere gli aspetti e i contenuti del testo di legge il cui articolato, appunto, ha avuto il via libera della Giunta regionale.
Lo scopo della legge per Taranto dovrà essere quella di rafforzare il sistema delle competenze e delle dotazioni pubbliche ed istituzionali locali per aumentare la capacità di visione strategica, tecnica ed operativa degli attori pubblici locali; avvicinare le competenze ordinarie ed operative della Regione Puglia al governo dei fattori territoriali; rafforzare i processi di partecipazione attiva della comunità territoriale al confronto pubblico sul destino e sul futuro della città e del suo comprensorio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...