Taranto in Comune: insieme per l’alternativa

L’assemblea convocata mercoledì da Taranto in Comune, e tenutasi presso il Centro della Fotografia in via Plinio, 85, è stato un momento di discussione libera. Vi hanno preso parte candidati di Taranto in Comune, di Siamo Taranto, del Movimento per il Territorio e la Vita, di Mutavento, ma anche semplici cittadini che nelle scorse settimane si sono appassionati al progetto di rinnovamento che la candidatura a sindaco del dottor Sebastio prospettava. In tanti interventi è emersa l’amarezza per la scelta autoreferenziale operata da Sebastio di appoggiare Melucci, ma su tutto è prevalsa la voglia di lasciarsi alle spalle la delusione e guardare avanti. Costruire l’alternativa al centrodestra e al centrosinistra, rispondere ai bisogni della gente della nostra città, stabilire relazioni con altri gruppi che si riconoscono negli stessi obiettivi. Su queste posizioni si sono ritrovate le liste di sinistra Taranto in Comune e Siamo Taranto, il Movimento per il Territorio e la Vita, e una parte dei candidati della lista Mutavento. Ciò segnala che la decisione presa dal dott. Sebastio impegna una parte residuale della coalizione che gli ha permesso di conseguire il 9,25% dei consensi: dopo la frattura all’interno di Mutavento, la percentuale rimasta in mano a Sebastio è ben inferiore al 3% conseguito dalla lista. Questa è la conseguenza del modo in cui è stata fatta la scelta di sostenere al ballottaggio il candidato del centrosinistra: essa è maturata in una torre d’avorio, nel chiuso della corte dei “consiglieri del Principe”, ma lontana dal popolo dei candidati, dei sostenitori e degli elettori che avevano creduto nel suo messaggio di rinnovamento. Ora quel popolo andrà avanti per la sua strada, praticando quei principi di democrazia e partecipazione che il dottor Sebastio, dopo averli predicati, ha disatteso.
Ci attiveremo da subito per stabilire e intensificare i contatti con tutti coloro i quali hanno voglia di costruire una Taranto diversa e migliore. Proporremo a tutti di metterci al lavoro insieme, affrontando con pazienza e spirito costruttivo anche gli aspetti che ci dividono, ma soprattutto valorizzando i tanti obiettivi che condividiamo. A questo proposito vogliamo ringraziare Vincenzo Fornaro per la sua presenza alla nostra assemblea: la sua mano tesa è un segnale di generosità e un riconoscimento del nostro comune sentire. Noi tutti ci battiamo per l’umanità, e l’essenza dell’umanità è il dialogo, la comprensione reciproca, la cooperazione. Questi valori ispireranno la nostra azione futura, nella convinzione che il “noi” di cui parliamo non sia quello esclusivo del nostro piccolo gruppo, ma quello universale di tutte le donne e di tutti gli uomini di buona volontà che vogliono rimboccarsi le maniche per costruire una comunità più giusta, accogliente, solidale. Taranto in Comune non sarà l’ennesimo “gruppetto” di una società civile fin troppo frammentata, ma la tessera di un mosaico il cui disegno generale apparirà in tutto il suo valore quando saremo in grado di tenere insieme le nostre diversità.
Taranto in Comune

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...