Michele Mirabella, ospite della rassegna “ALL’OMBRA DEL FARO”, suggerisce: meno selfie e più ragionamenti

Mirabella

di SILVANA GIULIANO

Continua la rassegna “ALL’OMBRA DEL FARO” organizzata da GIRO DI BOA food&beverage, con la direzione artistica di Serena Mellone e in collaborazione con l’associazione culturale P. IN Progetti Inversi. La rassegna è stata programmata per la stagione estiva degli abbonati e ospiti dello Stabilimento Elioterapico Ufficiali della Marina Militare. Martedì 18 luglio si è svolto il terzo degli incontri con l’autore Book e Beach, ospite della serata Michele Mirabella. La serata, introdotta dal C.A Pasquale Guerra, è stata moderata dalla giornalista Alessandra Cavallaro della Gazzetta del Mezzogiorno. Michele Mirabella, attore, regista, scrittore, giornalista e docente universitario di sociologia della comunicazione, è apprezzato dal grande pubblico anche per il suo stile elegante e i frequenti riferimenti alla cultura classica. L’autore ha presentato: «Cantami, o mouse» Il mondo di oggi spiegato dagli antichi, (Mondadori editore), e «Il selfie di Dorian Gray» (Armando editore).

venereSelfie

«Cantami, o Musa, di eroi invincibili e di artisti geniali, di dive austere e di uomini innamorati, raccontami degli dei faccia tosta in televisione, e degli attori esitanti sull’Olimpo. Dell’epica ronzante in Internet e dei naviganti del Mito e delle storie della Storia nella grandiosa rete mediatica». Già da queste poche righe possiamo intuire che l’autore rilegge al presente le imprese dei personaggi dei classici dell’antichità, attraverso le nuove tecnologie della comunicazione, di cui l’informazione è una parte e che nessuno meglio degli antichi riesce a spiegare il mondo di oggi. “Il termine mouse inserito nel titolo – ha spiegato l’autore – deriva dall’antica parola greca muse, più precisamente come veniva pronunciata nella Magna Grecia”. Nel testo leggiamo che la raffinatissima, poliglotta e colta Cleopatra può insegnarci le regole del marketing, Giulio Cesare e Alessandro Magno quelle della comunicazione, Elena di Troia simboleggia la condizione sociale della donna all’epoca in cui il mito fiorì, Omero può farci capire come la guerra viene raccontata in tv e Romeo e Giulietta ci suggeriscono l’uso del cellulare. Mirabella ha spezzato una lancia a favore del latino e del greco. “Non è necessario parlare queste lingue classiche, ma è importante conoscere la radice della latinità, perché il latino e il greco costituiscono un modo di pensare e quindi di organizzazione del pensiero”. L’autore, sollecitato dalla giornalista, si è soffermato in particolar modo sugli Egizi. Questi non erano attratti dalla supremazia marittima, infatti non avevano una flotta navale e la talassocrazia era piuttosto dei Cretresi e dei Fenici. Anche Venere, la dea della bellezza, che si erge da una conchiglia e splendida ondeggia sul mare è stata oggetto di uno scherzoso aneddoto. Sono questi alcuni degli argomenti che Mirabella ha trattato nel volume ricco di curiosità, riflessioni e suggerimenti. Mirabella ha simpaticamente coinvolto e intrattenuto il pubblico per oltre un’ora, soffermandosi – soprattutto – sull’uso eccessivo del cellulare utilizzato compulsivamente per scattare infiniti selfie.

“Basta aver letto il ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde, in cui il personaggio aveva fatto un patto col demonio affinché ad invecchiare fosse il suo ritratto, per comprendere l’ossessione dei selfie. La mania dell’autoritratto porta all’ossessione di autocelebrarsi continuamente, perché si vuole creare un’immagine eterna di noi stessi, come se si avesse paura del tempo che passa. Le fotografie vere, invece, scandiscono i momenti più importanti della nostra vita. Il cellulare ha preso alla sprovvista la vera cultura, si fotografa qualsiasi cosa senza pensare ai rischi che si potrebbero correre”. Non sono mancati i momenti musicali a cura di Maila Semeraro e Franco Speciale alla chitarra.

La foto è di Immacolata Brigante (g.c)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...