Le associazioni e i professionisti di Taranto Opera Prima scrivono al Sindaco e all’assessore Sergio Scarcia

E’ un invito garbato e propositivo a collaborare, quello che le diciassette sigle del Taranto Opera Prima nei giorni scorsi hanno rivolto al Sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, e all’assessore all’ urbanistica Sergio Scarcia.
ANCE, il collegio dei geometri, quello dei periti industriali, gli ordini degli architetti e quello degli ingegneri, e le associazioni Assonautica, Casartigiani, CLAAI, CNA, Confagricoltura, Confartigianato, Confcommercio, Confcooperative, Confeserventi, Confindustria, UNSIC e UPALAP, tornano ad accendere i fari sul tema del vivere e dell’abitare la città riproponendo all’attenzione del nuovo esecutivo comunale le grandi emergenze ma anche le visioni prospettive del settore.
Così la settimana scorsa il tavolo è tornato a riunirsi e in quella occasione ha ritenuto opportuno reiterare l’invito all’ente comunale a occuparsi da subito delle proposte che dopo il lavoro di sintesi e analisi prodotto dal contributo di ogni associazione, costituiscono l’architrave del documento presentato all’attenzione dei candidati sindaco anche nell’ultima tornata elettorale.
E’ un lavoro che ha grande valenza programmatoria – spiega Paolo Campagna, presidente ANCE e portavoce del tavolo TOP – perché non solo raccoglie spunti e strategia ma riunisce per la prima volta in assoluto le istanze condivise di diciassette sigle che hanno voluto costruire questo passaggio insieme e insieme hanno espresso un parere comune sugli scenari urbanistici della città, le opportunità di sviluppo e le soluzioni da proporre.
Il documento di TOP (Taranto Opera Prima) è stato a tal proposito inviato nuovamente all’attenzione del Sindaco Melucci e portato a conoscenza anche dell’architetto Sergio Scarcia che in questa giunta riveste il delicato ruolo di assessore al ramo.
Siamo pronti al confronto con il Comune – commenta Campagna – nella consapevolezza che la base di confronto già avviata al nostro interno possa essere un ottimo viatico per le attività che l’ente dovrà porre in essere nel medio e breve periodo a cominciare dalle proposte evidenziate anche nell’ultimo CIS o nell’ambito nel Concorso Internazionale di idee per la città vecchia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...