Fabula: un punto d’incontro per mamme e bambini

Clara, Marilena e Deborah

di MARIA SILVESTRINI
Al 92 di via Anfiteatro, in pieno centro, dal 31 di ottobre sarà possibile per tutte le mamme con piccolini al seguito avere un luogo dove fermarsi, allattarli al seno, scaldare le pappine e… anche farli giocare. Questo luogo ‘favoloso’ si chiama FABULA. Un ambiento caldo e confortevole che l’UNICEF di Taranto ha scelto per il suo progetto “Baby Pit Stop: una sosta sicura per allattare al seno” già realizzato in moltissime città italiane. Dai musei civici di Venezia, alle Biblioteche, dagli aeroporti ai grandi magazzini, la creazione di un luogo sicuro per mamme e bambini è un passo verso una maggiore attenzione nei confronti della famiglia.
I Baby Pit Stop (BPS) prendono il nome dalla nota operazione del “cambio gomme + pieno di benzina” che viene effettuata in tempi rapidissimi durante le gare automobilistiche di Formula Uno. Nei BPS il cambio riguarda il pannolino e il “pieno” è di sano latte materno, ricco di nutrienti e di anticorpi. “Il Baby Pit Stop promosso UNICEF è un servizio gratuito che rientra in un progetto più ampio volto a sviluppare una sensibilità collettiva sui temi della maternità e della cura dei piccoli – ha detto Rina Cavallo dell’Unicef di Taranto nella conferenza stampa di presentazione – I bambini di oggi saranno i cittadini di domani, consideriamo questo un gesto di civiltà che guarda al futuro e al bene della comunità”. Allattare al seno è un gesto semplice e naturale che tutte le mamme dovrebbero poter fare ovunque, ma che a volte risulta difficile, se non proibitivo, non ha orari fissi, né un numero definito di poppate nell’arco della giornata. Esistono molteplici modi di allattare ed è difficile per le mamme prevedere dove e quando il bambino chiederà di nutrirsi. Inoltre, molte mamme prolungano l’allattamento ben oltre i primi mesi di vita dei bambini, ottemperando alle raccomandazioni dell’UNICEF e dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).
giochi 2

La possibilità di creare anche a Taranto un BPS è stata offerta da due giovani mamme Clara Venturo e Marilena Brunetti che hanno deciso di diventare imprenditrici nel settore dei giochi e laboratori per l’infanzia. Il loro ‘Fabula’, più che un negozio è uno spazio aperto alla fantasia. Fra sogno e realtà, lettura di favole, corsi di cucina per bambini, momenti di incontro con nutrizionisti e pedagogisti per genitori, momenti educativi con giochi plastica free al 100%. “E’ stata la nostra esperienza di mamme a fare del nostro progetto di un esercizio commerciale una scommessa a favore del mondo dei bambini. Il contatto con l’Unicef e con l’associazione “Simba” che lavora con i più piccoli negli ambienti pediatrici dell’Ospedale SS: Annunziata, ci ha consentito di avere spunti e suggerimenti che dal 31 di ottobre saranno a disposizione di tutti i genitori tarantini”.
Presenti in conferenza stampa anche Deborah Cinquepalmi di “Simba” e Gianluca Lomastro del network “Made in Taranto” che ha seguito lo sviluppo del progetto in tutte le sue fasi.
Il taglio del nastro, martedì 31 alle ore 18,00 in via Anfiteatro 92, auguri a Fabula e a tutte le mamme che sanno quanto è positivo per i loro bambini il latte materno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...