A Palagianello il concerto “Meccanismi di volo” per il progetto “Semina”

bestiario1 (1)

Palagianello (Ta).  Il nuovo anno, per il progetto “Semina” dell’associazione “Bocche del Vento”, sostenuto da Fondazione con il Sud e patrocinato dal Comune di Palagianello, si apre con la sezione dedicata ai suoni. Doppio appuntamento, domani sera, al Castello Caracciolo: alle 19.30, “Fuoco Sacro”, una conversazione con il musicista Gianni Lenoci; alle 20.30, concerto “Meccanismi di volo”.

Con “Semina_Suoni” a cura di Lilia Carucci, presso il coworking “OpenStories” del Castello arrivano Francesco Massaro, jazzista pugliese, sax baritono e clarinetto basso, al quarto posto per la categoria “Nuovo talento italiano” nella top Jazz 2017 e i “Bestiario”: Gianni Lenoci al pianoforte, preparato e non; Mariasole De Pascali al piccolo, flauto e flauto alto; Michele Ciccimarra alla batteria, percussioni e cupa cupa. Per l’occasione sarà presente anche l’illustratrice Maria Teresa De Palma, che ha realizzato a mano cinquanta (più una) visionarie copertine, una diversa dall’altra, che sono servite a una raccolta di fondi per la produzione esecutiva del cd.

Attraverso il disco “Meccanismi di volo”, Francesco Massaro e i “Bestiario” ci regalano qualcosa di straordinariamente nuovo ed inedito, a cavallo tra un jazz all’avanguardia e la musica contemporanea, un viaggio tra i suoni da ascoltare ad occhi chiusi. Un disco poetico, non artefatto o retorico, vero, pulsante, quasi vivo. E’ stato pubblicato dal collettivo Desuonatori, di matrice salentina, un coordinamento di autoproduzioni per la socializzazione di musica inedita nei nuovi contesti di fruizione.

Dopo “Bestiario marino” ispirato al mondo acquatico, in questo nuovo lavoro musicale lo studio si rivolge agli esseri alati, al volo, alla sospensione, alla sottrazione. La ricerca si fa più intima, senza tuttavia trascurare l’aspetto ludico dell’operazione. Tra didascalia e astrazione, dedica ed invenzione, è una musica che non si adagia, ma cerca l’inaspettato. Lo studio su timbro e dinamiche iniziato col disco precedente si fa ancora più attento e capillare, ogni singolo suono viene indagato nella sua unicità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...