“Famiglie con figli omosessuali: quale accompagnamento” ne parla oggi l’Ufficio di Pastorale Familiare della Diocesi di Taranto

padre Pino Piva sj

Un momento di analisi e riflessione sul delicato tema “Famiglie con figli omosessuali: quale accompagnamento”è il cuore del quinto incontro dell’itinerario di approfondimento per genitori ed operatori predisposto dall’Ufficio di Pastorale Familiare della Diocesi di Taranto.

Un argomento di grande importanza, affrontato anche da papa Francesco che nell’esortazione apostolica “AmorisLaetitia” ribadisce come «ogni persona, indipendentemente dal proprio orientamento sessuale, va rispettata nella sua dignità e accolta con rispettocon la cura di evitare ogni marchio di ingiusta discriminazione e particolarmente ogni forma di aggressione e violenza» e che riguardo le famiglie «si tratta di assicurare un rispettoso accompagnamento, affinché coloro che manifestano la tendenza omosessuale possano avere gli aiuti necessari per comprendere e realizzare pienamente la volontà di Dio nella loro vita» (AL 250)

locandina percorso di approfondimento 2017

Nella Sala Polivalente del Centro Socio Sportivo della parrocchia Santa Famiglia, al rione Salinella di Taranto, venerdì 2 febbraioalle ore 19.00, si parlerà di “coming out”, di atteggiamenti omofobi che spesso vengono intimizzati, di pregiudizi, di incomprensioni che possono crearsi non solo in famiglia, ma anche all’interno della Chiesa: ma soprattutto di accoglienza, di ascolto, di costruzione di relazioni, di integrazioni e di come sostenere le famiglie e quanti si trovano a vivere questa esperienza, di pastori illuminati, di zelo pastorale.

Relazioneranno padre Pino Piva, gesuita, dell’equipe di “Spiritualità di frontiere”,esperto in accompagnamento spiritualee coordinatore nazionale dell’apostolato degli esercizi spirituali ignaziani, insieme a ocesi di Civitave Serenella Longarini e Salvatore Olmetto, referenti della pastorale familiare per i genitori con figli LGBT della Dicchia – Tarquinia, che hanno ricevuto specifico incarico dal loro vescovo, mons. Luigi Marrucci.Si tratta dei primi laici in Italia con questa responsabilità, con un ruolo difficile ma entusiasmante allo stesso tempo, da svolgere per la chiesa locale.

Padre Piva parlerà della Chiesa che si pone domande, in discussione, non giudica, ascolta, accoglie, cura e opera. Illustrerà le iniziative dei e per i “cristiani LGBT”, che pregano, riflettono sulla propria condizione ed inviano anche ai vescovi documenti con proposte pastorali, perfino riuniti in un Forum che, una volta l’anno, chiama a raccolta chi, ritrovandosi in questa complessa “frontiera esistenziale”, non intende rinunciare a cercare la propria posizione nella comunità ecclesiale.

I coniugi Olmetto offriranno, invece, la loro diretta esperienza di vita:di Martina, la seconda dellelorotre figlie, ora ventinovenne,che quattro anni fa ha dichiarato la sua omosessualità; delle reazioni e dei comportamenti che scaturirono dall’apprendere la notizia; del libro scritto dalla stessa Martina “Diario di una diversa figlia di Dio”.

Ma testimonieranno anche (e soprattutto) che il Signore accoglie sempre e non giudica, come ci insegna la parabola del Figliol Prodigo.

Che facciamo tutti parte della stessa comunità. Che nessuno è fuori.

E che l’amore vince su tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...