I riti della Passione nella Confraternita della SS. Addolorata e San Domenico

conf st confr 2018

di Maria Silvestrini
“Quando il cappuccio si cala sul viso, ti senti davvero un confratello. Una sensazione unica, che ciascuno di noi vorrebbe provare almeno una volta. Un fatto del cuore che ti prende. Una separazione dal mondo che ti consente di guardare la tua vita con occhi diversi, andando alla radice della propria fede”. Racconta con emozione, Raffaele Vecchi, priore della Confraternita dell’Addolorata e di San Domenico, l’esperienza del pellegrinaggio del Giovedì Santo, il cuore dell’esperienza di fede che i confratelli vivono in un percorso di 365 giorni all’anno. La preparazione religiosa è il centro di tutto ciò che si muove intorno alle attività quotidiane, ed il Padre spirituale ne segna il percorso.
Don Marco Morrone, con brevi parole spiega che la meravigliosa testimonianza di fede che si manifesta particolarmente nel Tempo di Quaresima e nel Triduo pasquale attraverso i Riti, è il mezzo che la Confraternita utilizza per conoscere, servire ed amare Dio. Un’occasione propizia per comprendere la bellezza del Mistero ed essere consapevoli di quanto vale ciascuno di noi al cospetto di Dio.
Il percorso confraternale è segnato da tante attività caritatevoli che consolida il rapporto con la comunità in cui si vive, ma nei quaranta giorni che precedono la Pasqua assume caratteristiche legate all’antichissima tradizione. Si comincia all’alba del mercoledì delle Ceneri con ‘A Forore’ processione che anima di notte i vicoli di Città vecchia e segnala, con il suo tintinnio, l’inizio del periodo quaresimale. Si alternano il venerdì e la domenica le Vie Crucis, che anche quest’anno sono giunte nei luoghi della sofferenza: Cittadella della Carità, Ospedale SS. Annunziata, Casa Circondariale. Poi i momenti di musica e preghiera, che rendono più intensi i momenti di preparazione spirituale. Infine il Triduo vissuto con devozione ed autentica passione. Dopo la Pasqua di Resurrezione l’appuntamento con la celebrazione del Septimo Die, in cui la Vergine Addolorata, torna nella sua nicchia accompagnata dalle tante richieste d’aiuto racchiuse in piccoli sacchetti di stoffa. “Tutto questo è reso possibile dal lavoro costante dei tanti collaboratori che aiutano l’amministrazione, dagli officiali minori ai singoli confratelli”, ha sottolineato il Priore. E nel presentare il momento più forte della vita della Confraternita, Raffaele Vecchi, si è lasciato sfuggire con commozione quasi un addio al suo ruolo di governo. “Un ruolo e un percorso che mi ha segnato, sono giunto al quinto anno, e quindi a fine mandato, ho capito in questi anni quanto la Confraternita possa essere uno stimolo ad andare incontro a quel Cristo che predichiamo ed è questa la cosa più importante. Ringrazio il Consiglio che mi ha supportato, gli ufficiali minori, i confratelli. Tutto quello che abbiamo fatto lo dobbiamo a tutti loro. Ci siamo messi al servizio, ci siamo plasmati sul territorio per raccontare il Vangelo fuori dalle mura di San Domenico, lo abbiamo fatto col cuore”.
I Riti chiamano: domenica 18 solenne Via Crucis in Via Duomo, partendo da Sant’Agostino. Lunedì 19 il Concerto della Fanfara dipartimentale del Comando Marittimo Sud diretto dal Maresciallo Michele Di Sabato, venerdì 23 la Commemorazione dei Sette Dolori della Vergine Addolorata , meditate da sette Diaconi della nostra Diocesi. Lunedì 26 la funzione delle Sette parole di gesù in Croce e Giovedì 29 marzo alle ore 23.30 il Pellegrinaggio della beata vergine addolorata. La Passione a Taranto è Fede, Tradizione e Cultura.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...