Dal 21 al 23 maggio tre serate con i Ricercatori del “Talassografico” e i loro Partner, per parlare di tematiche ambientali

 

TalassograficoTaranto_preview

di SILVANA GIULIANO
Negli ultimi anni, l’interesse sui temi della qualità dell’ambiente e dei suoi effetti sulla salute dell’uomo, dall’inquinamento delle città alla sicurezza degli alimenti, è cresciuto tanto da costringere istituzioni e tecnici a confrontarsi con richieste pressanti di valutazione del nesso causale, di stima dell’impatto sanitario, d’interventi di rimozione del rischio. Taranto è una città di mare e oltre all’inquinamento atmosferico risente anche di quello marittimo, pertanto l’Istituto per l’Ambiente Marino Costiero, in collaborazione con l’Assessorato Ambiente e Salute del Comune di Taranto, ha organizzato tre incontri che si terranno nei giorni 21, 22 e 23 maggio a partire dalle ore 21. Nel corso delle serate i ricercatori dell’IAMC-CNR presenteranno gli studi più recenti e innovativi condotti con altre realtà economiche del territorio affinché i cittadini vengano informati da tecnici specializzati nella materia. Il programma è stato presentato in conferenza stampa dal dr. Giovanni Fanelli (responsabile della sede di Taranto IAMC-CNR), dal dr. Rocco De Franchi (assessore all’Ambiente del Comune) e dal dr. Carmine Pisano (dir. Sviluppo economico e Produttivo del Comune).

Mare
“In tre serate – ha evidenziato il dr. Fanelli – non pretendiamo di risolvere le problematiche ambientali, ma il nostro intento è sensibilizzare il pubblico ad usare meno anche gli oli solari, che sono inquinanti altrettanto pericolosi come le plastiche e tanti altri. Tutti noi, istituzioni e cittadini, dobbiamo assumere comportamenti più Green, come ricercatori del CNR, divulghiamo i problemi, controlliamo l’ambiente e portare quelle innovazioni nel tessuto produttivo, che possano da un lato salvaguardare l’ambiente stesso e dall’altro valorizzare le nostre produzioni. In queste tre serate vogliamo far vedere il nostro legame con il territorio, fra cui anche le scuole. Con l’Aristosseno, ad esempio, abbiamo fatto un progetto di alternanza scuola lavoro”.
“Il CNR e il Comune di Taranto – ha sottolineato l’assessore De Franchi – hanno abbracciato una causa comune, una tre giorni di divulgazione aperta a tutti, con un approccio scientifico molto rigoroso, però in una veste del tutto nuova perché saranno utilizzati gli spazi pubblici. Taranto, purtroppo, è sempre stata sinonimo di grande presenza industriale. Oggi dobbiamo riscrivere il nostro rapporto con la Grande industria e lo facciamo anche attraverso l’attività di divulgazione”.

rifiutiplastica_preview

Tre gli argomenti trattati a partire dalle ore 21,00
21 maggio: Innovazioni in Acquacoltura Palio Caffè, Piazza Castello)
22 maggio: Plastica e microplastica (Frontemare, Pendio La Riccia)
23 maggio: Inquinanti Emergenti (Caffè Letterario, Via Duomo)

L’iniziativa “Taranto: dove il Verde incontra il blu è stata scelta come partner della #EU Green Week 2018, Città verdì per un futuro più verde”, evento organizzato dalla Comunità Europea per sensibilizzare il pubblico a comportamenti che migliorino la qualità della vita. La partecipazione è gratuita e non è necessaria alcuna prenotazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...