La “Biennale della Prossimità” a Taranto dal 16 al 19 maggio 2019.

Conferenza stampa Presentazione Biennale Prossimità Taranto

di SILVANA GIULIANO
Taranto sarà per quattro giorni sede della Biennale della Prossimità.
La manifestazione, giunta alla terza edizione, dopo Genova e Bologna, si terrà dal 16 al 19 maggio 2019 nel capoluogo jonico. L’evento è stato presentato in conferenza stampa, nella Sala degli Specchi del Palazzo di Città. Sono intervenuti: Simona Scarpati, assessore comunale al Welfare, Francesco Riondino, presidente del CSV Taranto, Fabiano Marti, assessore comunale alla Cultura, Pubblica Istruzione e Sport, Daniele Ferrocino, uno dei quattro co-direttori della Biennale, e Salvatore Pulimeno, segretario di Slow Food Puglia.

“Abbiamo scelto Taranto – ha spiegato Daniele Ferrocino – perché è un luogo che sa raccontare tutte le contraddizioni del Sud: alle bellezze paesaggistiche e agli eventi culturali si contrappongono la disoccupazione e la povertà. Quando è nata la Biennale abbiamo scoperto che la Prossimità non è solo in campo sociale, ma interessa diversi ambiti, anche il cibo. L’identità culturale dei territori, infatti, si basa molto sulla cucina, c’è uno stretto legame tra cultura locale, enogastronomia e agroalimentare. C’è anche il tema dell’impatto ambientale per la produzione del cibo e quello della lotta allo spreco, non dobbiamo poi dimenticare che il cibo è il luogo della convivialità e i legami più profondi si cementano a tavola”.
“Da alcuni mesi – ha detto Francesco Riondino – ci siamo già attivati per organizzare al meglio la manifestazione ed è stato avviato un percorso condiviso, promosso dal CSV Taranto e dal Comune di Taranto, che ha portato alla costituzione di un Comitato Locale di cui fanno parte 38 enti e 2 persone fisiche; insieme stanno lavorando per organizzare materialmente la Biennale che, infatti, vuole essere un evento largamente partecipato e condiviso”.
“La Biennale – ha sottolineato Marti – significa tanto per la città. Sarà un momento di aggregazione tra le associazioni e gli operatori culturali per raggiungere un obiettivo comune, per questo l’Amministrazione guarda con grande interesse a questa manifestazione”.
Per l’assessore Scarpati “È un momento importante per costruire dei percorsi di rete e progettualità concrete che riguardano il nostro territorio attraverso il coinvolgimento del terzo settore, ma anche delle istituzioni, delle imprese e dei cittadini che saranno i veri protagonisti di questa importante iniziativa che ha carattere nazionale”.

Tutti possono partecipare alla Biennale della Prossimità 2019 iscrivendosi attraverso il sito http://prossimita.net che riporta in home page il link per le iscrizioni con tutte le informazioni necessarie».
Durante la procedura di iscrizione, oltre ai dati sull’organizzazione, sono richieste anche alcune informazioni su quanto ciascuno vorrebbe trovare nella Biennale e sulle iniziative che propone di organizzare in quei giorni. È comunque possibile iscriversi ora e approfondire in seguito la propria proposta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...