Al via Taranto Legge 2019

taranto legge 1

di GABRIELLA RESSA

La necropoli di Via Marche, con i suoi millenni di storia, si è riempita di voci, sguardi, sorrisi, occhi incuriositi. Quelli degli studenti delle scuole afferenti a “Taranto Legge 2019”, progetto degli Istituti superiori Archita, Aristosseno, Ferraris-Quinto Ennio, Maria Pia, Pitagora.
Lì gli studenti, grazie alla collaborazione di “Taranto sotterranea”, hanno conversato con due scrittori : Leonardo Palmisano che ha parlato del suo libro “Tutto torna “ e Antonio Rossetti (Holdenaccio), che ha presentato i suoi “Quaderni tarantini”. Il tema del 2019 è “Progetti di comunità”, e prevede letture condivise ed intergenerazionali sui temi della convivenza sociale, della solidarietà, del senso delle regole e civico, sulle speranze che la Bellezza e la Letteratura sanno creare anche in una Città come Taranto, segnata dalla crisi e dalla rassegnazione. Insomma temi etici forti che vogliono aiutare i ragazzi a riflettere e a formare una propria coscienza critica.

taranto legge 2
Emerge, tra le tante criticità della città, una voglia di condividere bellezza, di coinvolgere sempre più persone in progetti di crescita comune. “In un luogo che ispira reverenza, afferma la prof.ssa Lucia Schiavone del Liceo Aristosseno – vogliamo creare una nuova tradizione fatta di comunicazione e condivisione della cultura per rifondare non solo la storia della città ma anche il tessuto sociale che forse manca”.
Ogni scuola ha dei docenti come referenti del progetto: Lucia Schiavone, Giuseppa Pergola e Anna Caricasole dell’Aristosseno, Tiziana Cometa e Nunzia Caputo del Ferraris-Quinto Ennio, Maria Pia Dell’Aglio e Vittoria Bosco dell’Archita, Maria Claudia Salvaggio del Maria Pia e Antonella Falcioni del Pitagora.
L’accoglienza meravigliosa da parte di Francesco Zerruso di Taranto Sotterranea ha permesso di realizzare un primo appuntamento veramente speciale, ma “ Vorremmo visitare – continua Lucia Schiavone – altri luoghi di fermento sociale , anche in periferia. Siamo contentissimi di poter toccare con queste proposte culturali indirizzi diversi”.
Leonardo Palmisano con “Tutto torna” che è il poliziesco più letto in Lombardia ha riflettuto con i ragazzi su tanti miti. Holdenaccio con “Quaderni tarantini” ha portato la sua testimonianza sul suo essere tornato a Taranto dopo aver sperimentato il lavoro al nord, per lavorarci ed aprirla al mondo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...