Giancarlo De Cataldo, allo Yachting Club di San Vito, con “Alba Nera”

de cataldo

di SILVANA GIULIANO

Il magistrato e scrittore tarantino Giancarlo De Cataldo ha inaugurato, allo Yachting Club di San Vito, l’edizione 2019 de L’angolo della conversazione.
De Cataldo ha presentato il suo ultimo libro Alba Nera, ha conversato con l’autore il giornalista Vincenzo Carriero.
La vicenda è ambientata a Roma, una Roma invernale, cupa, nera, piovosa, molto diversa da quella di Romanzo criminale, una città inquietante, ma allo stesso tempo seducente. Protagonista è il commissario Alba Doria, trentenne, poliziotta di ottima famiglia, padre diplomatico e madre dell’alta borghesia, che ha scelto di entrare in polizia, a dispetto del parere poco favorevole della sua famiglia. Alba è affetta dalla triade oscura, un cocktail di narcisismo, sociopatia e capacità manipolatoria che la rende molto brava ad entrare in sintonia con il lato oscuro. ““Sono caratteristiche – ha precisato l’autore – che possono fare la fortuna di un grande manager, di un grande chirurgo, di un campione dello sport, del grande condottiero, ma tipiche anche dei grandi criminali. Per nostra fortuna Alba Doria sta dalla parte giusta e ha scelto di difendere la giustizia”. Ad un certo punto Alba si rende conto di aver commesso in passato un gravissimo errore, un caso che pensava di aver risolto, forse quel caso  è stato risolto in modo errato. Questo rende la protagonista un personaggio di alta moralità.

9788817141499_0_221_0_75

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Ho scelto – ha aggiunto il magistrato – di ambientare anche questa storia a Roma perché, avendo scelto di viverci dal 1974, è una città che conosco benissimo e mi piace addentrarmi nelle sue pieghe notturne”.
De Cataldo ha spiegato anche la differenza che intercorre fra romanzo giallo e noir.
Il romanzo giallo è un racconto dell’ordine, un racconto rassicurante in cui alla fine le cose tornano al loro posto e la ferita sociale inferta dal delitto si sana. Il romanzo noir è un romanzo in cui i contorni sono più sfumati e confusi e molto spesso o il colpevole non viene assicurato alla giustizia oppure il colpevole è la società nel suo complesso. Infine, c’è un filone che sta esplodendo nei paesi anglosassoni, che è addirittura metafisico, in cui i colpevoli sono in una specie di Spectre con altissime capacità tecnologiche e dei super eroi che li combattono. In Italia queste tre scritture convivono allegramente.
Numerosi le domande del pubblico, anche non inerenti il romanzo, alle quali il magistrato ha risposto in modo garbato e rilassato.
“Il mio prossimo obiettivo – ha dichiarato De Cataldo – un romanzo giallo per Mondadori (che festeggerà i 90 anni n.d.r). Sto pensando anche a un libro su Taranto, ho già un idea”.
Non ci resta che attendere le prossime pubblicazioni e goderci l’accattivante prosa di De Cataldo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...